libri liberi da copyright 2022
Libri

libri liberi da copyright dal 1 gennaio 2022

Libri liberi da copyright dal 1 gennaio 2022 – L’omicidio di Roger Ackroyd di Agatha Christie;– Winnie the Pooh di A. A. Milne’s – Anche il sole sorge di Ernest Hemingway. André Gide e del poeta indiano Abanindranath Tagore

Libri liberi da copyright 2022. Dal 1° gennaio 2022 alcune delle opere che hanno fatto la storia della letteratura mondiale perderanno il diritto d’autore. Ciò significa che le case editrici saranno libere di pubblicare i manoscritti in forma gratuita. In Europa, generalmente, le opere sono tutelate fino a 70 anni dalla morte dell’autore. Negli Stati Uniti, invece, il punto di riferimento preso è la data di pubblicazione dell’opera. Tuttavia, la durata della tutela è maggiore: 95 anni. Approvato nel 1998, il “Sonny Bono Copyright Act” dal nome del cantante che sostenne il disegno di legge, estese la durata da 75 a 95 anni con una lunga discussione Dal 1° gennaio 2021 alcune delle opere che hanno fatto la storia della letteratura mondiale perderanno il diritto d’autore. Ciò significa che le case editrici saranno libere di pubblicare i manoscritti in forma gratuita. In Europa, generalmente, le opere sono tutelate fino a 70 anni dalla morte dell’autore.

Negli Stati Uniti, invece, il punto di riferimento preso è la data di pubblicazione dell’opera.

Negli Stati Uniti, invece, il punto di riferimento preso è la data di pubblicazione dell’opera. Tuttavia, la durata della tutela è maggiore: 95 anni. Approvato nel 1998, il “Sonny Bono Copyright Act” dal nome del cantante che sostenne il disegno di legge, estese la durata da 75 a 95 anni con una lunga discussione che vide l’appoggio e l’influenza di Disney perché in prossimità della scadenza del copyright di Topolino.

L’esempio più eclatante ci viene dalla scadenza dei diritti d’autore delle opere di Antoine de Saint Exupéry avvenuta nel 2015. Dopo quella data, vi è stata una proliferazione incredibile di gadget, rivisitazioni e pubblicazioni legata al personaggio più famoso: il Piccolo Principe. Prima di allora non era possibile farlo. I diritti erano concessi a una sola casa editrice e nessun riferimento era possibile in altra sede o in altro modo che non fosse il libro, salvo chiedere e pagare i diritti.

Per noi lettori c’è un aspetto interessante da considerare:

Per noi lettori c’è un aspetto interessante da considerare: con lo scadere dei diritti d’autore è possibile avere edizioni più economiche. Non va dimenticato che la libera circolazione è possibile solo nella lingua originale, i diritti d’autore sulle traduzioni scadono alla morte del traduttore e non dell’autore. Ciononostante, le case editrici, avendo la possibilità di avere diritto di utilizzare il testo originale, possono farlo tradurre a costi limitati.

 quelli del 2022 sono personaggi di tutto rispetto, conosciuti e apprezzati. Si tratta del francese André Gide e del poeta indiano Abanindranath Tagore.
Per chi non lo ricordasse, André Gide è stato Premio Nobel per la letteratura nel 1947. Fine intellettuale, i suoi libri sono permeati dal conflitto con la propria omosessualità risolta attraverso una conciliazione tra la sessualità accettata e i valori considerati importanti dallo scrittore.
Abanindranath Tagore, anche lui Premio Nobel per la Letteratura, ma nel 1913, non va confuso con il nipote che porta lo stesso nome. Poeta, filosofo, drammaturgo, la sua portata intellettuale ed economica era talmente importante da far sì che in India si procedesse in un modo simile a quello che è accaduto negli Stati Uniti per Topolino: allungando il periodo del diritto d’autore.

Tagore è morto nel 1941 e il diritto d’autore in India dura 50 anni.

Tagore è morto nel 1941 e il diritto d’autore in India dura 50 anni. Questi diritti sarebbero dovuti scadere dieci anni fa, ma l’India intervenne dal punto di vista legislativo per impedirlo.
Dato che negli Stati Uniti scadono i diritti per le singole opere, ecco quelle degne di nota pubblicate nel 1926 e quindi in scadenza nel 2022:

– Winnie the Pooh di A. A. Milne’s;
– L’omicidio di Roger Ackroyd di Agatha Christie;
– Anche il sole sorge di Ernest Hemingway.

Dal 1 gennaio 2022 le opere di questi giganti della letteratura saranno liberi da vincoli e sarà interessante vedere come l’editoria si muoverà per promuovere nuove pubblicazioni e creare nuovi prodotti ad essi correlati. C’è anche il rischio che siano sentiti così fuori dal tempo che non se ne faccia nulla. Ma questo importa fino a un certo punto. Perché oggi sappiamo che anche le loro opere dal 2022 saranno parte del patrimonio intellettuale appartenente a tutti noi. E la condivisione del sapere è la cosa più importante.

Leggi anche:

Libri senza copyright 2021: i titoli che perdono i diritti d’autore

COPYRIGHT: IL SÌ ALLA RIFORMA SUL DIRITTO D’AUTORE

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *