Manovra di bilancio: il sì della Camera
News

Manovra di bilancio: il sì della Camera. Ora è legge

LA MANOVRA DI BILANCIO DIVENTA LEGGE CON 355 Sì DELLA CAMERA. 45 I CONTRARI

La prima approvazione della legge di Bilancio era avvenuta al Senato tra il 23 e il 24 dicembre. Il 28, invece, il disegno di legge è approdato alla Camera, per poi ottenere la fiducia il giorno successivo. Oggi 30 dicembre 2021 il voto finale sulla manovra: ora è legge.

MANOVRA DI BILANCIO: IL VIA LIBERA DELLA CAMERA

Via libera definitivo da parte della Camera alla manovra con 355 favorevoli e 45 contrari. Il disegno è ora legge. Nel testo, il rifinanziamento dei bonus energetici per l’edilizia, il taglio dell’Irpef, la lotta alle delocalizzazioni aziendali. Gli emendamenti erano circa 400 presentati in commissione Bilancio alla Camera, di cui 203 dichiarati inammissibili. Nessuna delle modifiche, a quanto si apprende, è venuta da gruppi della maggioranza. La commissione ha votato il mandato al relatore, nel testo trasmesso dal Senato. Il provvedimento è poi passato all’attenzione dell’Aula. Dopo la fiducia si è votato sugli articoli con il voto definitivo che ha dato l’ok alla manovra.

FISCO E LAVORO: IL TAGLIO DELL’IRPEF E DELL’IRAP. TAGLIO SUI COSTI DELLE BOLLETTE

Confermati gli 8 miliardi di euro messi in campo per il taglio delle tasse. Cambia così il sistema del prelievo fiscale: le aliquote passano da cinque a quattro e saranno al 23% per i redditi fino a 15mila euro, al 25% per i redditi tra 15mila e 28mila euro, al 35% tra 28mila e 50mila euro e al 43% oltre i 50mila euro. Per i redditi fino a 15mila euro resta il bonus Renzi da 100 euro, che rimane, almeno in parte, anche fino a 28mila euro. Le addizionali regionali e comunali all’imposta sull’Irpef slittano a marzo. Il termine finora previsto era fissato al 31 dicembre 2021. La modifica consentirà di adeguare le legislazioni regionali e delle province autonome alle modifiche in materia di Irpef.

Saranno, invece, circa 835mila lavoratori, autonomi e professionisti con partita Iva, che non dovranno più pagare l’Irap.

Vengono stanziati 3,8 miliardi di euro per tagliare i costi delle bollette di luce e gas nel primo trimestre del 2022.

LE NUOVE MISURE: GIOVANI E TIROCINI

Nel testo c’è il via libera allo sgravio contributivo al 100% a favore delle micro imprese per i contratti di apprendistato di primo livello per i giovani under 25. Arriva invece la stretta contro i falsi tirocini, con multe fino a 6mila euro per chi non paga l’indennità prevista per i tirocinanti. Stanziati poi 60 milioni di euro, di cui 30 per il 2022 e 30 per il 2023, per finanziare sostegni economici in favore dei lavoratori titolari di un contratto di lavoro a tempo parziale ciclico verticale.

Per i giovani è previsto il finanziamento permanente del bonus cultura per i diciottenni. Sono estesi per tutto il 2022 gli incentivi fiscali previsti per l’acquisto della prima casa da parte degli under36 e finanziati il Fondo affitti giovani e il Fondo per le politiche giovanili.

I FONDI PREVISTI PER LA SCUOLA

Per la scuola vengono messi sul tavolo 200 milioni, oltre ai fondi già previsti. La metà di questi servirà a prorogare gli incarichi temporanei, legati all’emergenza Covid, del personale Ata. La norma dovrebbe consentire di coprire, tra gennaio e giugno 2022, circa 7.800 contratti a tempo determinato. Salirà a 300 milioni di euro per il 2022 il Fondo per la valorizzazione del personale docente, con lo stanziamento di ulteriori 60 milioni. Assegnati poi ulteriori 20 milioni di euro alle scuole dell’infanzia paritarie e stanziati 120 milioni in tre anni per i servizi di supporto psicologico per combattere le forme di malessere generate dalla pandemia. Arrivano 3 milioni dal 2022 per riconoscere l’indennità di sede disagiata al personale della scuola che lavora nelle cosiddette isole minori.

MANOVRA DI BILANCIO: IL SISTEMA SANITARIO

Sono previsti circa 1,8 miliardi per l’acquisto di vaccini e medicinali anti-Covid. Il Fondo sanitario nazionale viene finanziato con 2 miliardi di euro aggiuntivi ogni anno fino al 2024. Ulteriori risorse sono destinate al fondo per i farmaci innovativi, per complessivi 600 milioni nel triennio. Gli enti del Servizio sanitario nazionale vengono autorizzati a stabilizzare il personale assunto a tempo determinato durante l’emergenza. Arrivano50 milioni di europer finanziare gli interventi di competenza del Commissario straordinario all’emergenza Covid-19 per il 2022.

AREE SOGGETTE A SISMA: IL SUPERBONUS FINO AL 2025. 40 MILIONI PER GLI INCENDI

Prorogato fino al 2025 il Superbonus 110% per i lavori sugli edifici che si trovano in comuni colpiti da eventi sismici. Sono rifinanziati con circa 6 miliardi gli interventi per la ricostruzione privata delle aree colpite del centro Italia degli eventi sismici nel 2016 e 2017. Sono 40 i milioni di euro che vengono stanziati per far fronte ai danni che i grandi incendi boschivi e urbani della scorsa estate hanno causato in Calabria, Molise, Sardegna e Sicilia

LEGGE DI BILANCIO: LE ALTRE MISURE

Tra le misure adottate nella nuova Legge di Bilancio 2021 ci sarebbero anche le Regioni, Comuni e Province a cui vengono stanziati 1,5 miliardi per incrementare il Fondo per il trasporto pubblico locale e prevedere risorse aggiuntive per gli enti locali, per garantire i livelli essenziali a regime per gli asili nido e per la manutenzione della viabilità provinciale. Si prevede un contributo di 2,7 miliardi, per gli anni dal 2022 al 2042, per i comuni sede di capoluogo di città metropolitana con disavanzo pro-capite superiore a 700 euro.

10 milioni di euro andranno ai proprietari di immobili occupati abusivamente.

LEGGI ANCHE:

Legge di Bilancio 2022: il testo approda alla Camera, domani il voto finale sulla manovra

La Manovra 2022: la legge di bilancio oggi 28/10/2021 in Cdm Quota 102, continua il superbonus

Scontro nel Governo sul Super Green pass per i lavoratori. Letta: serve l’obbligo vaccinale

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *