Danza,  Teatro

MARIA TROISI NEVER FALL IN LOVE AGAIN. DANCE

Originaria di Naro, in provncia di Agrigento Maria Troisi è una giovane promessa della dance italiana. A ventiquattro anni, dopo aver partecipato a diversi concorsi,i musicali in territorio provinciale e regionale, si prepara al grande salto con il singolo Never Fall In Love Again (Rain), prodotto da Giuliano Boursier e Andy Prinz, in uscita il prossimo 7 giugno.

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Maria Troisi per cogliere le sue emozioni alla vigilia del debutto.

A POCHI GIORNI DAL ESORDIO

Ciao Maria Troisi. Tra pochi giorni uscirà Never fall in love again (Rain): qual è lo stato d’animo? Che aspettative hai?

Sono in fibrillazione. Non ho grandi aspettative perché resto una persona molto umile e con i piedi per terra. Però sono certa che abbiamo fatto un buon lavoro e Never Fall In Love Again (Rain) è il mio primo singolo e il mio primo biglietto di presentazione.

Il titolo del brano sembra dare un messaggio piuttosto rassegnato, pessimista verso l’amore: è così? Come è nato il pezzo?

Beh l’amore ci regala mille facce, ma sicuramente i momenti che ricordi di più in una storia d’amore sono quelli in cui stai male e hai moltissime immagini che ti passano davanti agli occhi. Ho scelto insieme ai miei produttori quindi di esternare nel testo queste varie emozioni.

Come è avvenuto l’incontro con Giuliano Boursier e Andy Prinz?

Conobbi Giuliano in un master a Napoli. Da lì è nata un’ottima amicizia. Poi ci siamo innamorati artisticamente e abbiamo deciso di lavorare insieme. Andy è un caro amico di Giuliano e da sempre volevano condividere una produzione insieme e hanno deciso di farlo con me.

Quali sono le tue influenze musicali? Cosa ti piace ascoltare?

Le mie influenze musicali sono sicuramente in tutta la musica pop internazionale. Amo la dance, che ultimamente è diventata sempre più pop, e mi piace ascoltare tantissimi artisti stranieri come Rihanna, Beyonce, Pink, Katy Perry etc…

C’è un artista, italiano o internazionale, con cui ti piacerebbe collaborare?

Sicuramente in questo momento che presento un mondo musicale “dance” mi piacerebbe collaborare con David Guetta, ma sarebbe fantastico per me duettare con Pink: un’artista in cui mi rivedo molto.

Sei molto giovane: alla tua età, molti ragazzi tentano la strada del talent (Amici, X Factor, The Voice) per cercare di farsi notare nell’ambiente discografico: tu ci hai mai provato? E credi che possa essere una reale opportunità per un artista emergente?

Partecipare ad un talent è un’arma a doppio taglio: molti ce la fanno, ma molti si bruciano e scompaiono. Mi piacciono, li seguo. Ma preferirei continuare a fare musica per il gusto di farla, non necessariamente perché devo diventare famosa. Chi partecipa ai talent vuole diventare famoso a tutti i costi. La musica va vissuta con tranquillità senza smanie di successo. Poi è chiaro che la popolarità ti da la quasi certezza di poter vivere di musica.

Stai già lavorando anche a un album? Se sì, che disco dobbiamo aspettarci? Rispecchierà le sonorità dance del rimo singolo?

Stiamo lavorando ad un progetto, parlare di album è prematuro in quanto non abbiamo stabilito una data per farlo uscire. Le sonorità dance saranno sicuramente miscelate alle sonorità pop proprio per i miei svariati gusti musicali. Anche la grande Madonna nel suo percorso ha presentato brani pop, R&B e brani dance.

Avremo modo di ascoltarti dal vivo prossimamente?

In questo momento stanno programmando la promozione che comprende anche delle ospitate in discoteca pertanto sicuramente presto avrete notizie…

Grazie per la disponibilità, e in bocca al lupo!

Grazie a voi!

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!