medvedev orologio
sport

Medvedev, il giallo dell’orologio sparito e poi ricomparso durante la finale

Medvedev e il caso dell’orologio prima sparito e poi “magicamente” riapparso

Il soggiorno italiano per Daniil Medvedev non si è concluso nel migliore dei modi. Il numero 2 al mondo, infatti, ha perso la finale delle ATP Finals a Torino contro il rivale e amico Alexander Zverev. Ma dopo il danno, è venuta anche la beffa e riguarda una fatto fuori dal campo. Durante le ore dell’atteso incontro, infatti, qualcuno ha rubato l’orologio personale di Medvedev molto prezioso. Come racconta il quotidiano La Stampa, prima il prezioso oggetto è sparito per poi ricomparire “magicamente” per mano di un direttore delle ATP Finals che voleva restituirlo al tennista.

L’amara sorpresa in spogliatoio e la mobilitazione del personale del Pala Alpitour per ritrovare l’orologio

Dopo la premiazione finale, i due giocatori sono rientrati nei rispettivi spogliatoi. Se da una parte il tennista tedesco è rientrato con la coppa ambita, Medvedev invece non ritrova più il suo prezioso orologio. Si tratta di un Bovet86 dal valore di circa €200.000. Il numero identifica l’esatta quantità di esemplari in circolazione, cosa che spiega il valore molto alto dell’oggetto personale. C’è poi un curioso particolare in questa storia simile ai gialli di Sherlock Holmes. Durante le ore immediatamente successive, l’organizzazione dell’ATP Finals ha mobilitato parecchi addetti alla sicurezza al fine di far recuperare al tennista russo l’oggetto.

Nel frattempo, lo stesso Medvedev aveva sporto denuncia per furto alla polizia. Alla fine, nel cuore della notte ed a rientro a Montecarlo del campione già concluso, il corpo del reato riappare. Un direttore dell’ATP s’incarica di giungere all’aeroporto di Caselle per restituire a Medvedev l’orologio. Alla partenza però, la polizia lo ferma e prende in custodia l’oggetto personale per darlo alla questura che poi restituirà.

medvedev orologio
Daniil Medvedev con il trofeo del secondo posto alle ATP Finals 2021

ATP Finals: un bilancio in chiaroscuro, ma con tanto spettacolo

malgrado l’episodio di Medvedev, questa prima edizione delle ATP Finals a Torino è giudicata tutto sommato positiva. Il Presidente della Federazione Italiana Tennis Angelo Binaghi ha detto a riguardo:

“Siamo molto contenti di questa nostra prima volta a Torino. Siamo ancora sotto-dimensionati, ma il nostro staff ha fatto un lavoro egregio e siamo tutti gratificati dai giudizi lusinghieri che abbiamo letto. Primo tra tutti quello di Andrea Gaudenzi e dei membri del board ATP che mi ha fatto conoscere; poi quelli dei giocatori presenti, in primis Zverev e Djokovic, i quali hanno detto di preferire Torino rispetto a Londra. Anche chi non ha potuto partecipare, come Federer, parlano in termini molto positivi di Torino e addirittura altri direttori di tornei che con noi non sono mai stati molto teneri, come Ion Tiriac, tessono le lodi di questa nuova avventura

Appuntamento dunque all’anno prossimo. Torino ospiterà le ATP Finals fino al 2025.

medvedev orologio
Andrea Binaghi, attuale presidente FIT

LEGGI ANCHE:

The Best FIFA 2021, i candidati: ci sono Jorginho, Donnarumma, Mancini e Conte

Qualificazioni Mondiali Basket 2023: calendario, date, programma, orari tv e convocati Italia

Chelsea-Juve, dove vederla in tv e streaming e probabili formazioni

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *