look Milano Fashion week sfilate donna prada 2022
Moda

Tutto sulle sfilate della terza giornata della Milano fashion week donna 2022

Le sfilate della Milano Fashion Week donna 2022: Prada, Emporio Armani, Moschino e la moda per le nuove generazioni

24 febbraio. Siamo al terzo giorno di sfilate e Milano è più viva che mai. Niente eventi da capo giro o grandi sold out di alberghi e ristoranti ancora, ma non si può negare che la moda è tornata ai livelli pre-pandemici. Alla Milano Fashion Week donna 2022 sono tornati gli ospiti internazionali a gli addetti ai lavori di tutto il mondo. Direttamente da oltreoceano sono state avvistate le giornaliste Suzy Menkes, Vanessa Friedman e la direttrice Anna Wintour. Tra i grandi ospiti delle sfilate Rita Ora, Kim Kardashian, Julia Fox.

Si apre con Max Mara che rimane fedele ai suoi codici cromatici e stilistici ma li reinterpreta traendo ispirazione alla favole di Sophie Tauber-Arp. Una collezione che non lascia spazio alle nudità del corpo, che avvolge e copre. Il balaclava, tendenza del momento, compare prepotentemente in passerella conferendo ai look un attitude misteriosa

L’autunno-inverno 2022/2023 di Prada alla Milano Fashion Week donna 2022

“A salute to the profession of modeling”, scrivono sui social ed effettivamente Prada porta in passerella le sue modelle più amate come Kaia Gerber, Kendall Jenner e Hunter Schafer.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Prada (@prada)

Prada ci suggerisce quello che potrebbe essere un trend delle prossime stagioni: è il ritorno della canottiera bianca. Un capo semplice, associato al lavoro operaio che viene reso chic, in una versione soft-porn che caratterizza l’estetica di Miuccia Prada. Un’altra collezione a quattro mani, con lo stilista Raf Simons, che si ispira alla moda degli anni ’90 e alle origini di Prada. C’è una fusione di tessuti e lavorazioni, concetto non nuovo nella Maison.

Gonne in micro rete in lurex e maglieria collane a catena agganciate sui colli delle giacche. Con le applicazioni floreali su giacche e gonne, Prada strizza l’occhio alla couture. La sfilata donna AI 22/23 ripropone, sotto nuova luce, i capi che hanno definito lo stile iconico della stessa Miuccia: completi con gonne midi e giacche in grigio fumo, dall’aspetto apparentemente essenziale ma rigoroso. I volumi della collezione si sviluppano in orizzontale. Infatti, per la prossima stagione vengono proposte giacche oversize e cappotti con inserti di piume e pelliccia sulle braccia.

look sfilata prada milano fashion week ai 22
Prada sfilata milano fashion week donna 2022

Emporio Armani

Da Emporio Armani la sartoria si mescola al casual. L’ AI 22/23 di Emporio Armani mette in scena un glamour nuovo, decisamente più pop. La collezione presenta un’opulenza insolita per il marchio, giocando con i tratti distintivi del marchio: dagli abiti per i party all’abbigliamento formale. è uno slancio creativo e sperimentare che in Emporio Armani è sempre apparso piuttosto silenzioso. Questa volta, invece, è evidente. Ma niente colpi di testa o look improbabili: quella di Re Giorgio rimane sempre una genialità pacata che rinnega la sregolatezza. Il nuovo glamour di Emporio Armani risalta le singole personalità: dai mini dress, ai top fluttuanti fino ai tailleur destrutturati.

Un equilibrio perfetto di contrasti accentuato dalle dissonanze cromatiche tra uomo e donna. Mentre per la donna trionfano colori brillanti, tessuti lucidi e stampe a contrasto, per l’uomo vengono utilizzati texture più opache e sature nelle tonalità del grigio. Inoltre, per l’occasione Armani ha invitato alla sfilata 4oo dipendenti dell’azienda: «un segno di riconoscimento per il lavoro che viene svolto quotidianamente all’interno del gruppo e di gratitudine per l’impegno profuso da tutti in questi ultimi due anni di pandemia», ha dichiarato lo stilista.

look uomo donna sfilata Emporio Armani Milano Fashion wek 2022
Sfilata Emporio Armani Milano Fashion week 2022

Alla corte di Moschino

Opulenza e fastosità. Nella villa Seicentesca ricreata per la collezione autunno/inverno 2022 di Moschino, spazio e tempo si dissolvono. Non è una novità per la casa di moda prendere ispirazioni dalle più disparate epoche. Eppure, il ménage di Jeremy Scott per quest’autunno ci lascia senza parole.

milano fashion week donna 2022
Moschino 2022

Immancabili i tailleur della maison che aprono lo show su una scacchiera digitalizzata. E dimentichiamoci dei classici cocktail dress e abiti da sera. Moschino è camp, teatralità, capace di prendere l’oggetto più insignificante rendendolo cigno. È così che nascono capi ispirati alle lussuose camere da letto di Maria Antonietta, ai tappeti che ornavano le sale da ballo, fino alla tappezzerie. Tende e pareti diventano moda, come anche i servizi d’argenteria che adornano i romantici tailleur della collezione. È  qui che giace l’eterna ispirazione di Jeremy Scott, nelle radici della maison. Infatti, è proprio Franco Moschino che utilizzò forchette e cucchiai dorati per ornare alcune sue creazioni, tra cui un classico completo Moschino del 1989.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da DEFUNCT FASHION (@defunctfashion)

E se l’eternal reference sembra essere lo stesso fondatore, tornano a malincuore somiglianze da torcere lo sguardo. Soprattutto con una storica collezione ispirata al Rinascimento italiano: stiamo parlando di Dior, più precisamente la collezione autunno/inverno 2006. A rinforzare il parallelismo, oltre la nota storica, il finale in bellezza di John Galliano vestito da astronauta, proprio come Jeremy per la sua ultima collezione. Omaggio o plagio?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 2000s high fashion🌟 (@2000s_couture)

Tutta la sensualità di Blumarine FW 2022/2023

Non più solo una ragazza, ma femmina, sfrontata nell’esibire il suo corpo con sicurezza di sè. Non sensuale, ma sessuale. Con queste parole Nicola Brognano descrive le sue farfalle Blumarine.  L’heritage del brand viene riadattato alla contemporaneità, con un estetica che spopola sui social, sfoggiato e scelto da star dal calibro di  Dua Lipa.

Blumarine Milano Fashion Week FW 2022:2023

Forme fasciate, abiti che seguono e valorizzano le silhouette e portano Blumarine allo splendore degli anni Novanta. Mini dress in raso arricciato, abiti cut e sfacciati. Le rose, simbolo della maison fin dalla sua fondazione, vengono riproposte come dei romantici boccioli in maglia che adornano le mini cortissime, i top e le velette dal sapore retrò. I capospalla sono over ed esagerati, in contrasto con le forme mini.

Leggi anche:

Le sfilate della Milano Fashion Week 2022: i big, gli esordi e gli emergenti

Le sfilate dei brand (emergenti e non) che faranno il loro esordio alla Milano Fashion Week 2022

Denim, pelle e sesso: la sfilata Diesel Fall Winter 2022/2023

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *