milano inchiesta rider
Attualità,  News

Milano: maxi-inchiesta sui rider e verifiche sul fisco

Maxi-inchiesta della procura di Milano sui rider e verifiche sul fisco

La procura di Milano ha aperto una maxi-inchiesta sui rider. Al momento le società devono pagare 733 milioni di euro in multe. Inoltre i magistrati hanno chiesto alle piattaforme di food delivery di assumere oltre 60mila riders. Le piattaforme del food delivery indagate sono Just Eat, Glovo, Deliveroo e Uber Eats Italy.

La procura non sta indagando solo sulle condizioni del lavoratori o dei loro contratti, ma sta portando avanti un indagine ben più profonda.

Milano, inchiesta sui rider ma non solo

La guardia di Finanza sta indagando infatti sulle possibili violazioni fiscali commesse dalle quattro società. Infatti tutte dipendono da società capogruppo estere ma versano le imposte al fisco italiano. Come dichiarato dal procuratore Francesco Greco, lo scopo dell’indagine è capire se le piattaforme non siano in realtà una stabile organizzazione “occulta”. Questo infatti andrebbe a sottrarre delle imposte dovute.

Nel 2019 Glovo, che ha registrato una perdita, ha pagato zero imposte sul reddito di impresa, mentre Uber Eats Italy (che è registrata alla camera di commercio solo da Ottobre 2019) non ha mai depositato un bilancio.

milano inchiesta rider
Dei riders durante uno sciopero a Milano.

Oltre alla guardia di la procura ha coinvolto anche l’INPS (Istituto nazionale della previdenza sociale) e l’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro). Si teme infatti che ci siano dei mancati versamenti per i contributi dei lavoratori.

Le quattro società hanno ora 90 giorni per pagare le sanzioni imposte dalla procura e procedere con l’assunzione dei lavoratori. Caso non fosse scatterebbe l’azione penale, quindi si aprirebbe un processo.

Leggi anche: 

Il rover Perseverance atterrato su Marte invia foto, audio e filmati

Caso Genovese: la nuova testimonianza a Le Iene

La morte di Antonio Catricalà: l’ex capo Antitrust si suicida

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *