speranza vaccini
Attualità

Ministro Speranza, le dichiarazioni sui vaccini “Italia vaccinata entro l’estate”

Il Ministro Speranza sui vaccini: “Obiettivo è vaccinare entro l’estate tutti gli italiani che lo vorranno. Pronti a collaborare con la Russia per Sputnik”

“Ci sono nuove evidenze che dimostrano che anche il vaccino di Astrazeneca può essere usato su tutte le fasce generazionali. Quindi noi abbiamo ricevuto un parere che va in questa direzione dal Consiglio superiore di Sanità e già da domani o dopodomani ci sarà una circolare del Ministero della Salute che andrà in questa direzione per il vaccino Astrazeneca agli over-65”.

Così è intervenuto il ministro della Salute, Roberto Speranza, il quale si dice anche fiducioso per una campagna di vaccinazione che, nonostante i ritardi degli ultimi tempi, procede. L’obiettivo: vaccinare tutti gli italiani che lo vogliono entro la fine dell’estate.

speranza vaccini

Le dichiarazioni del Ministro Speranza sui vaccini fanno sperare tutta Italia, nonostante l’attuale situazione di blocco regionale

La situazione in Italia con la battaglia al Coronavirus non stenta a fermarsi: sfiorate quasi le 100.000 vittime e varianti in aumento che impongono all’Italia nuove chiusure, a seguito del DPCM voluto dal governo Draghi.

Ciononostante il Ministro Speranza è intervenuto nel programma Mezz’ora in più su Rai3, aprendo all’ootimismo per quanto riguarda la campagna di vaccinazioni. Ma come? Somministrando su ampia scala il vaccino Astrazeneca, che fino ad ora è stato limitato agli under 65 per motivi precauzionali. Inoltre aggiunge

«ci sono nuove evidenze scientifiche che dimostrano che può essere utilizzato su tutte le fasce generazionali. In queste ore anche il Consiglio Superiore di Sanità ha dato parere favorevole. E quindi da lunedì ci sarà una circolare del ministero in questa direzione».

Aggiungendo, inoltre, che

«la cosa ci aiuta. Perché avere un pieno utilizzo di tre vaccini ci permette di procedere in maniera più spedita e prenderci cura delle persone più fragili. In Italia siamo partiti dalle persone di più di 80 anni perché nei decessi di questo anno orribile per Covid, 6 su 10 avevano più di 80 anni, ma prima avevamo 3 vaccini, di cui solo 2 (Pfizer e Moderna) utilizzabili per tutte le generazioni. Al momento siamo sulla media di 180 mila vaccinazioni al giorno. Ma con le nuove dosi i numeri aumenteranno in maniera progressiva».

speranza vaccini

 

NEWS E ATTUALITA’. LEGGI ANCHE: 

Caso Genovese: emergono nuove sconcertanti rivelazioni 

Giovanna Botteri: la giornalista più tosta di sempre ospite a Sanremo 2021

Love Assai: un’unghia fucsia sul dito di Cattelan in Piazza Affari 

 

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione: info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *