NBA MVP 2023
Sport

NBA: i papabili MVP in questo inizio di stagione!

La stagione NBA 2023 è ormai entrata nel vivo: tutte le squadre hanno giocato circa 20 partite, 1/4 di stagione. Analizziamo chi sono i papabili MVP di questo inizio.

L’NBA è entrata nel vivo e dopo un mese e mezzo si possono iniziare a tirare i primi azzardi e verdetti. Precisazione fondamentale: è ancora presto. Mancano 60 partite e tutti i playoff ma si iniziano a intravedere le prime stelle del campionato che potrebbero puntare al premio di MVP della stagione NBA 2023.

1) Luka Doncic, il favorito alla corsa per l’NBA MVP 2023

Lo Sloveno alla quinta stagione in NBA è pronto a vincere il suo primo titolo, almeno a livello personale, oltreoceano (oltre ovviamente al ROTY).
33 ppg, 9 rimbalzi e 8 assist di media.
Una statistica impressionante arrivata alla fine delle scorse Conference Finals mostrava come le carriere di LeBron e Doncic fossero state simili fino a quel momento in termini di riconoscimenti di squadra e premi personali.
Nel quinto anno il re ha vinto il suo primo MVP, che Doncic non continui a seguirne le orme anche quest’anno?

A sfavorire la sua vincita ci potrebbe essere soltanto il record di squadra, non dei migliori. Ma forse la cruda realtà è che Doncic per vincere dovrebbe essere meno ball dominant e quindi meno valuable, con una squadra però che deve essere sicuramente migliorata per dare allo sloveno la possibilità di farli competere.

2) Stephen Curry, il due volte MVP dell’NBA pronto a stupire anche in questo 2023

Il miglior tiratore della storia del basket l’anno scorso ha vinto il quarto anello e il suo primo MVP della Finals. Per lui, ma in generale per tutta la squadra, ci si aspettava una stagione regolare a riposare per poi rimanere dominanti ai play off, dato che l’età inizia a farsi sentire. E invece i Golden State Warriors son partiti abbastanza male, obbligando il 30 a giocare al meglio delle sue possibilità. E a 34 anni sta giocando a un livello se possibile ancora più celestiale rispetto al solito.

31,4 ppg, 7 apg. 51,8% al tiro, 43,6% da 3. È in corsa per terminare la seconda stagione della sua carriera con 50-40-90, a 34 anni. Follia.
Ma sono abbastanza sicuro che se potesse scegliere preferirebbe diminuire i suoi numeri per fare dei playoff come l’anno scorso.

3) Jason Tatum, l’MVP della miglior squadra della stagione NBA 2023

Subito dietro a Doncic nella corsa al capocannoniere c’è Tatum, con 31,6 ppg, 8 rimbalzi e 48% dal campo. A differenza dello sloveno JT è meno appariscente, ma fa parte di un sistema perfetto che ha vinto 14 delle ultime 15 gare e che ha il miglior record NBA.
18-4, primissimi ad est e infermabili, con Tatum ancora più decisivo dell’anno scorso. Miglior capacità decisionale, più leader, più intesa con Jaylen Brown. Insomma, se la stagione finisse ora, nonostante la meno mediaticità degli altri due, il connubio miglior giocatore nel milgior team lo porterebbe vicino al premio più ambito a livello individuale.

Menzioni d’onore

Poco sotto i tre sopracitati troviamo altri campioni che stanno facendo la differenza e che possono ambire al prestigioso premio.
31,4 ppg, 11,5 rimbalzi e 5,5 assist per  Antetokoumpo, colui che nelle ultime stagioni è stato arguably il miglior giocatore del mondo.
Non lo aiuta in questa corsa il fatto di averne vinti già due. Nell’NBA piace avere un ricambio di nomi e idoli, e quindi una terza consacrazione per il greek freak sembra difficile, nonostante il livello altissimo. Negli Oklahoma City Thunder un certo Shai Gilgeous Alexander, dopo anni in cui sembrava forte ma non all star caliber, è finalmente esploso. 31,1 ppg e 50% al tiro per lui ma il record del suo team (9-13) non lo rende davvero papabile.
Ultimo nome possibile è quello di Ja Morant: il talento dei Grizzlies continua a stupire dopo la passata stagione a suon di giocate incredibili da highlights ma al momento è indietro rispetto agli altri nomi.

Ma, come per tutti, mancano 60 partite.

 

Autore: Tommaso Mauri

 

Leggi anche:

NBA, stagione 2022 23: dopo un mese di partite vediamo chi sono i promossi e bocciati di questo inizio stagione!

NBA: la prima scelta al Draft, l’italiano Paolo Banchero, sta stupendo tutti

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *