WEMBANYAMA
Sport

NBA: Wembanyama ROTY, Gobert DPOY e molti altri vincitori stanno per essere annunciati

Victor Wembanyama ha conquistato in modo unanime il titolo di Rookie of the Year 2024, ottenendo il massimo punteggio possibile, 99 punti su 99, superando così Chet Holmgren.
Con un totale di 495 punti, Wembanyama ha nettamente sorpassato i 295 di Holmgren e gli 86 di Brandon Miller dei Charlotte Hornets. Questo risultato lo rende il primo rookie della NBA a ricevere il premio in modo unanime dal 2016, quando fu Karl-Anthony Towns.

NBA: Wembanyama ROTY, Gobert DPOY e molti altri vincitori stanno per essere annunciati. Naz Reid sesto uomo dell’anno, Curry Clutch Player Of The Year… la lega in fermento per chi sarà l’MVP

Wembanyama Rookie Of The Year

Le prestazioni di Wembanyama sono state notevoli: ha chiuso la stagione con una media di 21.4 punti e 10.6 rimbalzi a partita, diventando il leader NBA nelle stoppate con una media di 3.6, un risultato che nessun rookie raggiungeva dal 1986, quando fu Manute Bol. Nonostante le sue prestazioni eccezionali, i San Antonio Spurs hanno avuto una stagione deludente, non riuscendo a raggiungere risultati significativi.

Va notato che l’ultimo giocatore di San Antonio a vincere il premio Rookie of the Year è stato Tim Duncan nel 1998, seguito da David Robinson nel 1990. Inoltre, Victor Wembanyama è stato nominato uno dei tre finalisti per il premio di difensore dell’anno, insieme a Rudy Gobert e Bam Adebayo.

NBA, Wembanyama incontra Tim Duncan, Ginobili e David Robinson: "Sono  onorato" - NBARELIGION.COM

L’alieno sceso “between the humans”

Ciò che rende il successo di Wembanyama ancora più straordinario è che ha ottenuto il riconoscimento all’unanimità: tutti e novantanove i votanti lo hanno posizionato al primo posto nella loro classifica.

Le aspettative su di lui al suo ingresso nella NBA erano eccezionalmente alte, paragonabili in certi aspetti a quelle che circondavano LeBron James nel 2003. Questo perché Wembanyama rappresentava un fenomeno unico nel suo genere: un giocatore di oltre due metri e venti di altezza, con competenze potenzialmente eccezionali in quasi tutti gli aspetti del gioco.

Nonostante la stagione deludente per i San Antonio Spurs, che si sono piazzati penultimi nella loro divisione, la Western Conference, con 22 vittorie e 60 sconfitte, Wembanyama ha superato ogni aspettativa. Le sue medie stagionali di 21,4 punti, 10,6 rimbalzi, 3,9 assist e 3,6 stoppate a partita sono state straordinarie. ESPN ha definito la sua stagione “una delle migliori di sempre per un rookie”, mentre The Athletic ha elogiato le sue “giocate mai viste prima”.

La sua unicità si è manifestata non solo nelle statistiche impressionanti, ma anche nel suo stile di gioco. Nonostante la sua altezza, Wembanyama ha dimostrato di essere agilissimo nel palleggio e capace di segnare con precisione da tre punti. Oltre a ciò, le sue capacità difensive sono state fuori dal comune, con un record di 254 stoppate, rendendolo uno dei migliori difensori della lega.

NBA, non solo stelle e campioni: il giocatore preferito, squadra per  squadra | Sky Sport

Gobert DPOY

Rudy Gobert ha fatto la storia nella NBA con la sua quarta vittoria del premio “Difensore dell’anno”, eguagliando così il record detenuto da leggende come Dikembe Mutombo e Ben Wallace. Questo ennesimo riconoscimento arriva in un momento in cui i Minnesota Timberwolves si sono affermati come la migliore difesa della lega, un fatto che continua a sorprendere anche durante i playoff.

Il lungo francese ha superato la concorrenza di giocatori di alto calibro come Bam Adebayo e il fenomenale rookie Victor Wembanyama. Quest’ultimo, fresco vincitore del premio di Rookie of the Year, è stato sicuramente un concorrente di spicco per il titolo.

Dopo una prima stagione deludente con i Timberwolves, durante la quale non ha ricevuto voti per il premio Difensore dell’anno né per le squadre All-Defensive nel 2023, Gobert è tornato in forma straordinaria quest’anno. Con una media di 9,2 rimbalzi difensivi e 2,1 stoppate a partita, ha dimostrato di essere un punto di riferimento in difesa. Il suo contributo è stato fondamentale per il dominio difensivo dei Timberwolves, che hanno costruito una forte reputazione nel respingere gli attacchi avversari.

Oltre a questi due, che sono tra i più prestigiosi della Lega, menzione d’onore a:

  • Naz Reid, sesto uomo dell’anno
  • Stephen Curry, Clutch Player Of The Year
  • Tyrese Maxey, Most Improved Player

NBA, Rudy Gobert premiato come difensore dell'anno dell'anno. CLASSIFICA |  Sky Sport

In conclusione: ecco i primi premi NBA annunciati, con voti unanimi e grandi discussioni, in vista dei prossimi announcement

 

Editor: Tommaso Mauri

 

Leggi anche:

Giro d’Italia 2024, via alla quinta tappa Genova-Lucca

Roma 2024: oggi iniziano gli Internazionali d’Italia!

 

NEWSLETTER

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

SUPPORTA MAM-E