Arte

NOMINATI I 10 FINALISTI DEL PREMIO CRAMUM I GIOVANI E L’ARTE

Sono stati nominati i 10 finalisti della sesta edizione del Premio CRAMUM per i giovani e l’arte contemporanea in Italia.

Il Premio CRAMUM è un progetto noprofit nato sotto la spinta della Fondazione Cure Onlus. Come ogni anno ha lo scopo di sostenere progetti artistici e culturali di giovani artisti.

Inoltre la mostra “Avevo 20 anni“, che dal 15 settembre si terrà a Villa Bagatti Valsecchi di Varedo (MB), ospiterà le opere dei giovani finalisti e quelle di altri nove artisti internazionali.

Anche quest’anno sono stati invitati artisti fuori concorso, e sono: Ivan Barlafante; Alberto di Fabio; Daesung Lee (Corea del Sud); Giulia Manfredi; Franco Mazzucchelli; Marcello Morandini; Francesca Piovesan; Zheng Rong (Cina); e Maria Wasilewska (Polonia).

I finalisti

Sabino Maria Frassà è il direttore della sesta edizione del premio, e il suo compito è quello di selezionare i finalisti.

Nel 2018 sono arrivati in finale: Yuting Cheng (Cina); Rob van den Berg (Paesi Bassi); Francesco Fossati; Marta Galbusera; Ryts Monet; Noa Pane; Maria Teresa Ortoleva; Diego Randazzo; Marica Ricchi; Andreas Senoner.

mam-e arte NOMINATI I 10 FINALISTI DEL PREMIO CRAMUM I GIOVANI E L'ARTE sabino maria frassa
Sabino Maria Frassà direttore del premio CRAMUM

Il direttore, come ogni anno si asterrà dal voto nella selezione finale per decretare il vincitore. In merito alla scelta dei finalisti si è così espresso: “Siamo molto felici di aver ricevuto oltre 70 candidature complete da 6 Paesi e che il 40% delle candidature fossero di giovani artiste. Questi dati confermano non solo il trend positivo del premio CRAMUM, ma anche la capacità attrattiva del nostro Paese per l’arte e la cultura a livello internazionale. Nella selezione determinante è stato come criterio la coerenza al tema, oltre alla completezza del materiale fornito e al rispetto-considerazione per la sede in cui saranno esposte le opere.”

Premio CRAMUM 2018

Il 15 settembre verrà anche proclamato il vincitore che riceverà il cubo di marmo di Candoglia, ma gli spetterà anche un percorso di mostre e pubblicazioni con lo Studio Museo Francesco Messina e il Fuorisalone con Ventura Projects.

Infine il Premio CRAMUM ha ottenuto i patrocini: della Veneranda Fabbrica del Duomo, della Regione Lombardia, del Consolato di Polonia in Italia, del Console Generale del Regno dei Paesi Bassi a Milano, dell’Istituto Confucio Università degli Studi di Milano, dell’Ama Nutri Cresci, e  dell’Associazione FAS.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!