Nuovo decreto Natale: ecco le nuove regole
NEWS

Nuovo decreto Natale: dalle discoteche al “mega green pass”

è stato confermato ieri 23 dicembre il nuovo decreto per affrontare l’aumento di contagi. Ecco le nuove regole

Nuovo decreto Natale: è stato coniato il termine Mega green pass in rete, che identifica il nuovo green pass ottenibile solamente con terza dose. Tra i provvedimenti presi in Consiglio dei Ministri anche la chiusura delle discoteche.

NUOVO DECRETO NATALE: COS’è IL MEGA GREEN PASS

Nelle ultime ore sta circolando in rete un nuovo termine: mega green pass. In realtà non è stato utilizzato né dal ministro Speranza, né da Brusaferro presidente iss o Locatelli coordinatore cts nell’ultima Conferenza Stampa per fare il punto della situazione. Si tratta di un termine che, però, può distinguere l’attuale super green pass ottenibile con due dosi. Infatti, il mega green pass possono ottenerlo solamente le persone che hanno ricevuto la dose booster, ovvero la terza dose. Per ora la terza dose è richiesta solamente nelle Rsa, nelle strutture per anziani. Se non si è in possesso della dose booster, ma solamente di due dosi, bisognerà dimostrare la negatività col tampone.

DISCOTECHE CHIUSE

“Sospese discoteche, sale ballo e attività assimilabili fino al 31 gennaio” lo ha confermato il ministro della Salute Speranza durante la Conferenza Stampa di ieri 23 dicembre. Il Governo ha disposto la chiusura di questi locali pubblici per evitare assembramenti e l’aumento dei contagi.

“Il vaccino resta l’arma fondamentale. Questa variante ha la capacità di contagiare più velocemente delle altre”

Sottolinea Speranza.

ECCO LE NUOVE REGOLE

Durante la Conferenza Stampa, tenutasi dopo il Consiglio dei ministri di ieri 23 dicembre, il Ministro della Salute Speranza ha indicato i nuovi interventi sanitari per rispondere alla crescita dei casi nelle ultime giornate, figlia dell’arrivo nel nostro paese della variante Omicron. Ecco le nuove regole:

  • riduzione della durata del green pass, da 9 mesi a 6 mesi, dal primo di febbraio
  • importanza delle mascherine: obbligatorie anche all’aperto. Obbligo di mascherina FFP2 per alcuni ambiti: trasporto a lunga percorrenza, trasporto pubblico locali, teatri, museo, stadi, cinema, eventi sportivi. Divieto di cibi e bevande in questi luoghi.
  • ampliamento del green pass rafforzato: accedere solo se si è vaccinati o guariti. Esteso anche per musei, mostre, parchi tematici e divertimento, centri sociali, sale giochi e scommesse, bingo, ristorazione a chiuso al banco
  • Rsa: completato il ciclo vaccinale e il richiamo. Oltre alle due dosi, se no, richiesto il tampone negativo
  • divieto di feste ed eventi in piazza fino al 31 di gennaio per evitare assembramenti pericolosi durante le festività
  • sospendere fino al 31 gennaio discoteche, sale ballo e simili
  • aumento dei controlli negli aeroporti
  • investimento per rafforzare lo screening nelle scuole

L’INTERVENTO DI LOCATELLI E BRUSAFERRO

Durante la Conferenza Stampa Silvio Brusaferro presidente dell’Istituto superiore di sanità e Franco Locatelli coordinatore del Comitato tecnico scientifico hanno affiancato il Ministro Speranza.

Brusaferro ha presentato il quadro generale della situazione epidemiologica: la crescita dei numeri dei casi ha un’incidenza negli ultimi  7 giorni per 100 mila abitanti di 352. I posti letto superano leggermente il 10% e il 13% con una crescita lenta, ma continua in tutto il Paese. L’rt sopra la soglia di 1. La stima della circolazione della variante Omicron sopra il 28%.

“Questa variante cresce in maniera rapida”

Conferma Brusaferro, sottolineando la circolazione della variante Delta con la Omicron, quest’ultima che diventerà dominante nelle prossime settimane.

“Bisogna essere prudenti”

Franco Locatelli, invece, ha sottolineato il ruolo della vaccinazione. La contagiosità, di 5 volte superiore, è marcatamente superiore rispetto a quello che avevamo già imparato.

“Quello che dobbiamo fare è proteggerci perché abbiamo gli strumenti, ovvero i vaccini, che ci proteggono in maniera significativa per non sviluppare una malattia grave. Valorizzare la protezione rispetto al rischio di sviluppare malattia grave”

Ha detto Locatelli in Conferenza stampa.

LEGGI ANCHE:

Nuove regole covid: confermate in cabina di regia. Cosa cambia? Imperial college: Meno ricoveri con Omicron ma corre più veloce

Nuove regole per rientrare in Italia dall’estero, la guida completa

Covid: verso la quarta dose di vaccino, l’Israele farà da apripista. E in Italia quando?

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.