obbligo vaccinale over 50
News

Obbligo vaccinale over 50? Da oggi 15 febbraio anche in smart working

Da oggi 15 febbraio scatta l’obbligo vaccinale per i lavoratori over 50, anche per chi lavora da casa. Qui le sanzioni e le regole

Dal 15 febbraio al 15 giugno sarà imposto l’obbligo vaccinale per le persone over 50 che lavoro in ambito pubblico e privato. L’obbligo di vaccinazione non sussiste in caso di «accertato pericolo per la salute». «Sono circa 1,2 milioni gli over 50 non ancora vaccinati, di cui 500 mila lavoratori» ha detto Andrea Costa. Anche se dopo il 31 marzo l’obbligo vaccinale potrebbe essere eliminato.

Obbligo vaccinale over 50

Scatta oggi 15 febbraio l’obbligo vaccinale per i lavoratori over 50. Tutti i dipendenti, sia nel settore pubblico e nel settore privato, dovranno quindi esibire la certificazione verde (super green pass che attesti la vaccinazione o la guarigione) per accedere ai luoghi di lavoro. I lavoratori over 50 che non presenteranno il green pass rafforzato a lavoro saranno considerati assenti ingiustificati. Dopo 5 giorni di assenza scatta la sospensione dalle funzioni. Non è previsto il licenziamento o conseguenze disciplinari fino alla presentazione del green pass rafforzato non oltre il 15 giugno.

La conservazione del rapporto di lavoro rimane, ma senza retribuzioni. «Per i giorni di assenza ingiustificata non è dovuta la retribuzione né altro compenso o emolumento» si legge nel decreto. Questa norma resterà in vigore fino al 15 giugno. Chi deciderà di non vaccinarsi rischierà di non lavorare per 4 mesi.

Andrea Costa: «L’obbligo vaccinale anche in smart working»

Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, ha chiarito che l’obbligo vaccinale per gli over 50 è esteso a tutta la categoria, sia che si lavori sul posto di lavoro sia da casa. «C’è nella misura in cui la norma primaria prevede l’introduzione dell’obbligo vaccinale per gli over 50, è chiaro quindi che l’obbligo è esteso a tutta questa categoria e a questa fascia d’età. È quindi confermato» lo ha detto Andrea Costa ospite a Rai Radio 1. «I controlli sono un’operazione più complicata rispetto alle verifiche sui luoghi di lavoro ma non escludo che ci possano essere. Ad oggi a chi non si vaccina sono precluse anche altre attività, come i trasporti, i ristoranti o i cinema. Quindi c’è anche un altro modo per controllare chi non è vaccinato».

obbligo vaccinale over 50

Over 50 senza green pass: la sospensione dal lavoro

Fino al 15 giugno 2022 i datori di lavoro, dopo 5 giorni di assenza ingiustificata, possono sospendere i lavoratori per tutta la durata del contratto di lavoro stipulato per la loro sostituzione. La sospensione può sussistere per un periodo non superiore a dieci giorni lavorativi, rinnovabili fino al predetto termine del 15 giugno 2022. Per il periodo in cui la vaccinazione è omessa o differita, il lavoratore può essere adibito «a mansioni anche diverse, senza decurtazione della retribuzione, in modo da evitare il rischio di diffusione del contagio da SARS-CoV-2».

Obbligo vaccinale: le sanzioni

Tutte le regole sono segnate nel primo Decreto del 2022. Questo Decreto introduce dall’8 gennaio 2022 fino al 15 giugno 2022 l’obbligo vaccinale per tutti i cittadini italiani e per i cittadini di altri stati membri dell’Unione Europea residenti in Italia, che «abbiano compiuto i 50 anni di età o che compiano 50 anni di età entro il 15 giugno 2022». Dal 15 febbraio tutti i lavoratori over 50 sono tenuti ad esibire il super green pass per accedere al luogo di lavoro. La violazione, ovvero trovarsi sul luogo di lavoro senza green pass, è punita. La sanzione va da 600 a 1.500 euro. In base al decreto legge infatti l’ingresso nella sede di lavoro senza certificazione verde è vietato. In caso di violazione reiterata, la sanzione è raddoppiata.

Per le persone che sono addette alla verifica del green pass sul posto di lavoro, in caso di omissione rischiano una multa che va 400 euro a 1.000 euro.

obbligo vaccinale over 50

 

Leggi anche:

Salvini sul Green Pass: «Dopo il 31 marzo aboliamo obblighi e certificato verde»

Calendario Covid: le ultime regole dalle mascherine alle discoteche

Covid: mortalità 27 volte più alta nei non vaccinati. Intanto la quarantena si dimezza

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *