olivia newton john morta
News,  Spettacolo

Olivia Newton John è morta a soli 73 anni: addio all’indimenticabile Sandy di Grease

Ci lascia Olivia Newton John, attrice e cantante amata in tutto il mondo: ecco cosa ha causato la morte dell’adorabile Sandy di Grease

Si spegne a soli 73 anni una delle icone del musical internazionale: Olivia Newton John, l’indimenticabile Sandy di Grease, è morta nelle scorse ore, nel suo ranch in California.

A dare la notizia che ha rattristato l’intero mondo del cinema, della musica e del teatro musical è stato il marito, diffondendo un messaggio nel quale specificava come l’attrice fosse morta in pace, circondata dall’amore di amici e familiari. Una fine serena, dopo anni di straniante lotta contro un recidivo cancro al seno, la malattia che ha condannato Olivia Newton John.

La ricordiamo così: non solo come l’attrice di Grease, ma come una delle star del cinema e della musica degli ultimi decenni.

Addio a Olivia Newton John, icona di Grease e pop star internazionale: da Grease a Physical

Dimmi tutto, cocco (Tell me about it, stud). Una battuta indimenticabile, che ci riporterà sempre alla mente la bellissima (e giovanissima) Olivia Newton John nei panni della “nuova” Sandy, ormai ex Sandra Dee, alla fine di Grease.

Che la si voglia ricordare con gonna a cerchio e golfino in colori pastello o in tuta di latex, giubbotto di pelle e sigaretta tra le labbra, infatti, l’adorabile e ingenua biondina che recitava al fianco di John Travolta, in quello che è diventato il musical per antonomasia, ha fatto la storia. Tanto che, solo a guardare una delle sue iconiche foto di allora, sembrano risuonare le note di successi senza tempo come Hoplessly devoted to youSummer NightsYou’re the one that I want

Eppure, la carriera di Olivia Newton John è andata ben oltre Sandy. Pur restando per sempre destinata ad essere “l’attrice di Grease”, infatti, Olivia Newton John è morta con una lunga serie di successi musicali e non alle spalle.

Nata Cambridge ma cresciuta in Australia, Olivia ha infatti collezionato hit per tutti gli anni Ottanta. Prima tra tutte, ovviamente, l’intramontabile Physical (accompagnato dal videoclip del 1981 che aveva fatto tanto scalpore). Un album che le è valso il suo primo Grammy Award, un posto nella Hollywood Walk of Fame e un successo che la avrebbe portata alla fama globale. Nel giorno della sua morte, l’intero mondo della musica piange la scomparsa di una delle sue stelle più brillanti.

Olivia Newton John e la lotta contro il cancro: la malattia, l’appello del marito e la causa della morte

Amatissima dai colleghi – primo tra tutti l’ex collega John Travolta, che le è sempre rimasto legato e che ha salutato l’attrice con un sentito post su Instagram, firmandosi “Danny” – Olivia Newton John è anche stata in prima linea nella lotta contro la malattia. «Olivia è stata un simbolo di trionfi e speranza per oltre 30 anni condividendo il suo viaggio con il cancro al seno», ha infatti ricordato il marito, John Easterling.

La sua ispirazione curativa e la sua esperienza pionieristica con la fitoterapia continuano con il Fondo Olivia Newton-John Foundation, dedicato alla ricerca sulla fitoterapia e sul cancro. Al posto dei fiori, la famiglia chiede che qualsiasi donazione sia fatta in sua memoria alla @onjfoundation.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da John Travolta (@johntravolta)

Una battaglia, quella contro il cancro al seno, di cui Olivia Newton John non aveva mai fatto mistero. E che, anzi aveva affrontato coraggiosamente. Tutto era iniziato nel 1992, quando le è stato diagnosticato un tumore al seno che in un primo momento si era presentato come curabile. L’attrice era infatti riuscita a debellarlo dopo alcuni mesi, diventando nel frattempo portabandiera del movimento a favore dello screening del cancro al seno fondando la Fondazione benefica di Melbourne. 

Ben presto, però, la malattia era tornata a bussare alla porta di Olivia Newton John, costringendola ad annullare i tour americani e canadesi del 2013. Il cancro, dapprima estesosi alla spalla, si sarebbe poi metastatizzato anche alla colonna vertebrale, alla fine del 2017. Ciononostante, la Sandra Dee più amata della storia del cinema ha perseverato nella sua passione, girando gli Usa con l’album Live On. «Amo cantare», aveva infatti sottolineato. «È  tutto ciò che so fare, tutto ciò che ho fatto da quando avevo 15 anni: è la mia vita».

Di fronte a una simile perdita, dunque, non possiamo che unirci al coro di condoglianze proveniente dalle decine di celebrities (da John Travolta a Brian May) e dai fan di tutto il mondo, e salutare Olivia Newton John per l’icona che è stata e che – nei cuori di chi l’ha amata – continuerà ad essere per sempre.

Leggi ache:

Addio a William Hurt, l’attore de Il bacio della donna ragno: è morto prima dei suoi 72 anni

Grease: il musical più intramontabile

Editor: Valentina Baraldi

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.