Teatro

Opera di Roma: 182 licenziamenti confermati

Sperare non è servito a niente: il licenziamento collettivo dei 182 membri dell’orchestra e del coro dell’Opera di Roma è stato confermato. 

Davanti al teatro c’erano una ventina di lavoratori in sit-in di protesta, con indosso una maglietta bianca con una nota musicale nera. La loro reazione alla notizia è stata di grande sconforto e delusione.

I sindacati avevano chiesto la settimana scorsa di rinunciare a licenziamenti ed esternalizzazione per tornare a parlare di costi e produttività.

Il direttore del personale Stefano Bottaro ha comunicato invece alle sette sigle sindacali la decisione dell’azienda di tenere ferma la linea intrapresa.

Alla prima del “Rigoletto” stasera all’Opera di Roma orchestra e coro andranno regolarmente in scena, assicurano gli artisti al sit-in davanti al Teatro, nonostante l’azienda abbia confermato il licenziamento di tutti i 182 membri. Si pensa però alla lettura di un messaggio al pubblico o a un volantinaggio. “Stasera facciamo il nostro lavoro – ha detto un artista del coro che preferisce restare anonimo – Facciamo quello che sappiamo fare, a differenza di loro. Non tuteliamo dei privilegi perché non ne abbiamo”. “Porteremo in piazza l’Italia della musica, siamo pronti – ha detto un altro membro del coro – Non finisce qui”.

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!