mame letteratura PAULO COELHO SPEGNE OGGI 71 CANDELINE evidenza
Letteratura

PAULO COELHO SPEGNE 73 CANDELINE

Il famoso scrittore, poeta e blogger brasiliano Paulo Coelho compie 73 anni. Festeggiamo il suo compleanno con le più belle citazioni tratte dalle sue opere.

Paulo Coelho

mame letteratura PAULO COELHO SPEGNE OGGI 71 CANDELINE paulo
Lo scrittore Paulo Coelho

Nato a Rio de Janeiro il 24 agosto 1947, Paulo Coelho proviene da una famiglia borghese. Fin da giovanissimo dimostra una vocazione artistica e una sensibilità fuori dal comune. Iscritto alla Scuola Gesuita San Ferdinando, mal sopporta le regole dell’istituto, soprattutto l’imposizione della preghiera, pur scoprendo qui la propria vocazione letteraria: il suo primo premio letterario lo vince infatti con un concorso scolastico di poesia.

Il suo rifiuto per ogni regola di comportamento che gli viene imposta lo porta a vivere enormi contrasti con i genitori, soprattutto con la madre. Sono loro che lo fanno ricoverare in un ospedale psichiatrico nel 1965 e nel 1966, convinti che le ribellioni del figlio siano da imputare a una malattia mentale. In un successivo ricovero, nel 1967, lo scrittore viene sottoposto a elettroshock in quanto, egli racconta, era sua intenzione avvicinarsi al teatro, allora reputato dalla borghesia brasiliana come una fucina di perversioni e immoralità.

Dopo un breve periodo in cui si dedica agli studi di economia, per assecondare i voleri del padre, nel 1970 li abbandona per poi partire, nei successivi due anni, alla scoperta del mondo per soddisfare il bisogno di esperienze. Complice, ovviamente la sua completa immersione nella cultura hippie del periodo, ma soprattutto il timore di venire nuovamente internato.

Le opere

Nel 1987 pubblica il suo primo libro sul suo pellegrinaggio verso Santiago, O diario de um mago, edito in Italia nel 2001 con il titolo Il Cammino di Santiago. Questo libro nasce dalla sua conversione al cristianesimo, avvenuta nel 1981 nei Paesi Bassi. Il successo del romanzo lo spingerà a scrivere L’Alchimista, la sua opera di maggior successo. Nel 1994 Coelho pubblica Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto e nel 1996 segue Monte cinque. Poi, nel 1997, è la volta de Il manuale del guerriero della luce, una raccolta di pensieri filosofici estrapolati dai suoi precedenti lavori. Con Veronika decide di morire (1998) e Il diavolo e la signorina Prym (2000) chiude la trilogia E nel settimo giorno….

Nel 2000 pubblica Le confessioni del pellegrino, a cui segue Undici minuti (2003). Il 2005 è l’anno de Lo Zahir, un grande successo editoriale. Il 2006 vede invece la pubblicazione di Sono come il fiume che scorrePensieri e riflessioni 1998-2005 (2006) è una raccolta di aneddoti, idee e auto-riflessioni che lo scrittore compie traendo spunto dal suo ricco corpus letterario. Nel 2006 viene anche pubblicato Sfide-Agenda 2007, un’agenda dove all’interno è possibile trovare giorno per giorno le citazioni più belle di Coelho.

Seguono La strega di Portobello (2007), Brida (2008), Il vincitore è solo (2009), Le valchirie (2010), Aleph (2011), Il manoscritto ritrovato ad Accra (2012), Adulterio (2014) e La spia (2016). Negli ultimi due anni ha pubblicato Il cammino dell’arco (2017) e il romanzo autobiografico Hippie (2018).

Citazioni

  • L’uomo non può mai smettere di sognare. Il sogno è il nutrimento dell’anima, come il cibo è quello del corpo. Molte volte, nel corso dell’esistenza, vediamo che i nostri sogni svaniscono e che i nostri desideri vengono frustrati, tuttavia è necessario continuare a sognare, altrimenti la nostra anima muore […]. (Il Cammino di Santiago)
  • Ascolta il tuo cuore. Esso conosce tutte le cose. (L’Alchimista)
  • L’amore si scopre soltanto amando. (Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto)
  • Il desiderio non è ciò che vedi ma quello che immagini. (Undici minuti)
  • Mantenetevi folli, e comportatevi come persone normali. (Veronika decide di morire)
  • Perfino Dio ha il suo inferno: è il suo amore per gli uomini. (Il diavolo e la signorina Prym)
  • […] Ci sono momenti in cui la vita separa due persone solo perché capiscano quanto l’una sia importante per l’altra. (Il vincitore è solo)
  • Non è quello che hai fatto nella tua vita passata a influenzare il presente, ma è ciò che fai nel presente che redimerà il passato e logicamente cambierà il futuro. (Aleph)
  • Quando non ho avuto più niente da perdere, ho ottenuto tutto. Quando ho cessato di essere chi ero, ho ritrovato me stesso. Quando ho conosciuto l’umiliazione ma ho continuato a camminare, ho capito che ero libero di scegliere il mio destino. (Lo Zahir)
  • La paura di soffrire è assai peggiore della stessa sofferenza. (L’Alchimista)
  • Le persone giungono sempre al momento giusto nei luoghi in cui sono attese. (Il Cammino di Santiago)
  • Nella vita ci sono certe cose che, indipendentemente dal lato da cui le vediamo, sono sempre le stesse e valgono per tutti. Come l’amore, per esempio. (Veronika decide di morire)

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!