piero angela funerali
News

Piero Angela: oggi i funerali a Roma. Le parole del figlio Alberto: «Mi ha insegnato a non temere la morte»

Oggi l’ultimo saluto a Piero Angela: i funerali a Roma con i figli e i fan

Questa mattina, 16 agosto, si sono tenuti i funerali per l’ultimo saluto a Piero Angela, colonna portate della divulgazione storica e scientifica della televisione italiana scomparso lo scorso 13 agosto a 93 anni. Per tutta la giornata, fino alle 19, sarà aperta in Campidoglio la camera ardente. A seguire, vi sarà la cerimonia laica privata per l’ultimo addio della famiglia.

I funerali di Piero Angela: i figli, i colleghi e i fan

Verso le 11 di questa mattina è arrivato in Campidoglio il feretro di Piero Angela. Sono arrivati anche i familiari: la moglie Margherita, i due figli Christine e Alberto, e i cinque nipoti. Ad accoglierlo c’era il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, ma anche tanti amici e colleghi. Tra questi, Antonio Di Bella, direttore dell’approfondimento in Rai, Carlo Fuortes, Simona Agnes e Paco Lanciano, presenza fissa a Superquark. Già dalle prime ore della mattinata si è presentata una folla silenziosa e composta di persone comuni giunte a porgere l’ultimo saluto al grande giornalista.

piero angela funerali

Prima dell’apertura della camera ardente, Alberto Angela ha voluto accogliere tutti i presenti con un commovente discorso:

Non è facile per me questo discorso, sono abituato ad andare a braccio. Vorrei partire dall’ultimo comunicato di papà: quelle sono state le sue ultime parole. Siamo rimasti molto colpiti dal ritorno social della notizia, da quante persone lo amassero. L’ultimo insegnamento me l’ha fatto non con le parole, ma con l’esempio: in questi ultimi giorni mi ha insegnato a non aver paura della morte, l’ha affrontata con una serenità che mi ha colpito. Quando ha capito che era venuto il suo tempo, ha concluso le trasmissioni e ha inciso il suo ultimo disco jazz, dopo 24 ore se n’è andato: una forza incredibile. Mi è sembrato a volte di avere Leonardo da Vinci in casa. E di Leonardo amava questo aforisma: “Siccome una giornata lieta dà lieto dormire, una vita ben usata dà lieto morire”. A mio modo di vedere continuerà a vivere nei libri, nei dischi e nelle trasmissioni, ma anche in tutti quei ragazzi che cercano l’eccellenza. L’eredità che lascia a tutti noi non è fisica, di lavoro, ma di atteggiamento verso la vita.

Piero Angela: la lunga malattia

“Malgrado una lunga malattia sono riuscito a portare a termine tutte le mie trasmissioni e i miei progetti”, così scriveva Piero Angela nel suo ultimo messaggio per tutti i telespettatori Rai del suo ormai storico programma di divulgazione Superquark.

Il giornalista, infatti, soffriva da tempo di una malattia chiamata discopatia lombare, che va a colpire i dischi della colonna vertebrale comportando importanti limitazioni nei movimenti e anche dolori molto intensi. La discopatia di cui Piero Angela soffriva era di tipo degenerativo, che molte volte causa una sofferenza estremamente intensa, tanto da impedire la posizione eretta. “Sono con un piede nella fossa e uno sulla saponetta. Quando sono in piedi ho più di 90 anni, ma quando sono seduto ne ho 45”, raccontava.

piero angela funerali

Funerali Piero Angela: lutto cittadino a Torino

Proprio oggi, in concomitanza con i funerali a Roma, è stato proclamato lutto cittadino a Torino, la città natale di Piero Angela. “Un grande torinese che merita il massimo degli onori per ciò che ha dato a Torino e a tutta l’Italia”, ha spiegato il sindaco Stefano Lo Russo.

Inoltre, il rettore del Politecnico di Torino, Guido Saracco, ha proposto di dedicargli un museo dell’innovazione. “Come quello immaginato da Piero Angela, un museo sulla scienza e la tecnologia. Lo animava la stessa passione che anima noi professori che abbiamo il privilegio di formare le nuove generazioni”, ha detto.

Intanto, da Asti arriva la richiesta di istituire una giornata nazionale della divulgazione scientifica proprio in onore di Piero Angela.

 

Leggi anche:

Elezioni politiche: quali sono i nomi nelle liste del Pd. Letta: «Impossibile ricandidare tutti»

Cosa vedere in tv dal 15 al 21 agosto 2022: le serie TV e i film della settimana

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *