prime video problemi
Sport

Prime Video, problemi durante Juve-Chelsea

Prime Video, problemi con la luminosità durante Juventus-Chelsea: prima troppo buio poi troppo chiaro

Durante la partita di Champions League Juventus-Chelsea di ieri sera, in esclusiva su Prime Video come la migliore del mercoledì ci sono stati seri problemi con la luminosità. Già nel prepartita infatti è stato chiaro a tutti gli utenti che l’immagine trasmessa fosse troppo scura, con una qualità delle immagini bassa. A differenza dei precedenti problemi avuti da DAZN nessun problema sulla trasmissione, ma comunque non il modo ottimale per vedere una partita. Per gli utenti di Prime nel primo tempo è sembrato di assistere ad una partita in uno stadio con i riflettori spenti. Per tutta la durata dell’incontro Prime ha cercato di risolvere il problema, ma era evidentemente troppo tardi e la qualità non è migliorata. Amazon Prime, contattato dagli utenti, si è scusato per il disagio.

Inizia il secondo tempo e la luminosità è abbagliante

prime video luce
L’inizio del secondo tempo, trasmesso con una luminosità eccessiva

Alla ripresa della partita Prime Video ha cercato di sistemare i problemi, ma il risultato è stato se possibile peggio di prima. I primi minuti del secondo tempo, tra cui il gol di Chiesa, sono stati infatti trasmessi con una luce abbagliante. A quel punto Prime ha deciso di tornare al buio del primo tempo, la scelta migliore tra le due opzioni. Per Prime Video dunque un bel passo indietro, dopo che aveva dato una ottima impressione sia durante la Supercoppa Europea sia durante Inter-Real Madrid. Tra tre settimane toccherà di nuovo a Prime la trasmissione della partita della Juve, impegnata contro lo Zenit.

Il calcio in streaming non funziona, va fatto qualcosa

Per la stagione calcistica 2021/2022 gli utenti devono effettuare almeno tre abbonamenti per poter vedere tutte le partite. La maggior parte di essere però vengono trasmesse in streaming, che non garantisce la stessa qualità e trasmissione della televisione. Più volte infatti DAZN ha avuto problemi, così come Infinity e ieri sera Prime Video. Va da sé che chi ci perde è lo spettatore, che oltre a dover pagare più abbonamenti non ha nemmeno la sicurezza di poter vedere correttamente la partita della sua squadra del cuore. Per il futuro sarebbe ottimo riuscire a risolvere questi problemi, magari trasmettendo tutte le partite in televisione e non solo online.

LEGGI ANCHE:
LeBron James sul vaccino: “Ero scettico, ma ho deciso di farlo”
Pallone d’Cro 2021, i candidati svelati l’8 ottobre
MotoGP, tutto sul GP di Austin: statistiche e curiosità

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *