andrea riccardi
NEWS

Quirinale: chi è Andrea Riccardi, possibile candidato del centrosinistra

Andrea Riccardi: candidato centrosinistra per il Quirinale?

Si è tenuto oggi il vertice alla Camera tra i leader dei partiti di centrosinistra, Enrico Letta, Roberto Speranza, Giuseppe Conte e i capigruppo di Camera e Senato. Da parte del Movimento 5 Stelle nessun veto su Draghi. Ma secondo alcune fonti, si starebbe ragionando sulla possibile candidatura di Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio.

Per il Colle “servono candidati di alto profilo, largamente condivisi e in grado di rappresentare tutti gli italiani”. Questo quanto scritto da Pd, M5S e Leu in un comunicato al termine della riunione.

Ecco il profilo e la carriera di Riccardi e perché potrebbe essere candidato al Quirinale.

Andrea Riccardi: chi è e qual è la sua carriera?

Andrea Riccardi, politico, storico, accademico, attivista, ha fondato nel 1968 la Comunità di Sant’Egidio. Di ispirazione cristiana e ormai diffusa in più di 70 Paesi, essa si occupa di dare sostegno ai più poveri promuovendo la pace e il dialogo.

andrea riccardi

Nato nel 1950, dopo gli studi giuridici Riccardi ha iniziato da giovane la carriera accademica come professore ordinario all’università. Prima a Bari e poi a Roma. Tra il 2011 e il 1013, durante il governo Monti, ha ricoperto il ruolo di Ministro per la Cooperazione internazionale e l’Integrazione. Inoltre, è Presidente della Società Dante Alighieri.

Nel 2003 la rivista Time lo aveva inserito nell’elenco dei trentasei “eroi moderni” d’Europa, che si sono distinti per l’impegno umanitario e il coraggio professionale. Infatti, grazie alla Comunità di Sant’Egidio ha avuto un ruolo di mediazione in alcuni conflitti, contribuendo al raggiungimento della pace in Mozambico, Guinea, Guatemala e Costa d’Avorio.

I dubbi di Renzi e Toti su Andrea Riccardi

Andrea Riccardi andrebbe dunque a rappresentare le caratteristiche cercate dal centrosinistra per un futuro Capo di Stato. Anche se al momento nessuno si espone. «Non abbiamo parlato di candidati», ha precisato Conte al termine del vertice con Speranza e Letta.

Scettico, invece, sul suo nome si è espresso Matteo Renzi. «Riccardi è un uomo eccezionale, ma non ha nessuna possibilità di essere eletto», ha specificato. Il senatore di Italia Viva continua a elogiare l’operato di Mario Draghi al governo e ricorda che chi salirà al Quirinale deve avere una forte impronta europeista e non essere un nome contrario ai partiti.

Della stessa idea è Giovanni Toti, cofondatore di Coraggio Italia. «Ha un profil0 alto, ma non credo possa racimolare i voti che servono», ha dichiarato.

 

Leggi anche:

Berlusconi e il no al Quirinale, un sogno che si infrange: cosa c’è dietro questa decisione

Walter Veltroni come Presidente della Repubblica: una possibilità? Un profilo politico meno divisivo

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.