ragazzi interrotti
Spettacolo,  TV

Ragazzi interrotti: la serie Sky che racconta la generazione Dad

Ragazzi interrotti, la nuova serie Sky da cinque puntate che racconta la generazione Dad

Ragazzi interrotti è il nuovo format proposto da Sky TG24 che in cinque puntate racconta le storie di alcuni giovanissimi, la cui quotidianità è stata completamente stravolta dal Covid. Le puntate, in onda dal 22 febbraio, vengono trasmesse all’interno delle principali edizioni del tg, ma sono disponibili anche on demand, sui canali social e sul sito di Sky TG24.

Generazione Dad“, così vengono chiamati. Ma questi ragazzi vorrebbero essere visti per quello che realmente sono, ovvero dei giovani adolescenti alla ricerca di se stessi e di una vita che questa pandemia ha stravolto. Il Covid li ha costretti a chiudersi in casa, nelle loro camerette, obbligandoli a scoprire il mondo attraverso lo schermo di un pc.

Ragazzi interrotti racconta le reazioni e le conseguenze di questa solitudine forzata, che ha portato i giovani a sentirsi abbandonati e poco ascoltati. Vengono ripercorsi questi lunghi mesi di incertezza e paura, ma anche di speranza. Perché quella, nonostante tutto, non viene mai a mancare.

ragazzi interrotti

Ragazzi interrotti lascia la parola ai giovani

I protagonisti di queste cinque puntate sono Mattia, Anita, Marwan, Maria Zeta e Alessia. Cinque storie, dal Nord al Sud d’Italia, raccontate attraverso le voci dei ragazzi stessi, con la cura di Ilaria Iacoviello e Stefano Sassi. In più, vi è la supervisione del vicedirettore Omar Schillaci e la collaborazione con ScuolaZoo. In quest’ultimo anno abbiamo visto ragazzi di 13 anni protestare davanti scuola per tornare in presenza, altri che hanno cercato di aiutare le persone in difficoltà, e altri ancora che invece la scuola l’hanno abbandonata.

Ma quali sono davvero i sentimenti di questi studenti? Cosa rappresenta per loro la scuola? E cosa pensano della Dad? A prevalere è soprattutto l’incertezza, perché a 12 o a 18 anni ti chiedi cosa succederà nel tuo futuro, ti chiedi se mai potrai uscire di nuovo di casa e rivedere i tuoi amici. Insomma, ti chiedi se potrai mai tornare alla vita di prima.

ragazzi interrotti

Una generazione tenace e resiliente

Le storie di Ragazzi interrotti sono state illustrate da Marco Goran Romano, ex illustratore della rivista Wired. Lui ha provato a mettersi nei panni dei giovani studenti di oggi per capire cosa vuol dire per loro affrontare quest’emergenza. Quel senso di frustrazione che ha caratterizzato un po’ tutti un questo anno, ma che è stata più evidente nei ragazzi, a cui è stato rubato un anno della loro crescita mentre si trovavano chiusi in casa. Romano, quindi, ha cercato di interpretare le loro esigenze e i loro sogni, rimasti sospesi nel corso di questi mesi.

Questi ragazzi sono di gran lunga migliori di come spesso vengono dipinti dall’esterno. E l’abbiamo visto in questi mesi. Tenaci e resilienti di fronte al senso di lontananza e distacco provocato dalla Dad, che porta a viversi le amicizie e gli amori della scuola attraverso le classi digitali. Per non parlare dei problemi legati alla formazione, con professori che spesso non li comprendono e approfittano di questa modalità “da casa” per aumentare la dose di compiti e interrogazioni.

Eppure, c’è chi ancora resiste, pur sapendo di dover affrontare numerosi disagi a livello psicologico. C’è chi affronta questa situazione con la paura di ricadere nella bulimia o nell’anoressia.

Leggi anche:

Oroscopo marzo 2021: film e serie tv in streaming per ogni segno

Sanremo 2021: Greta Zuccoli tra le Nuove Proposte

Film e serie tv in arrivo su Netflix: tutte le novità di marzo 2021

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.