Roberto Fico Quirinale
NEWS

Roberto Fico dice no alle schede segnate: i positivi non voteranno

LA MOSSA DI FICO PER ASFALTARE I PIANI DI BERLUSCONI. IL PROSSIMO PRESIDENTE? DEVE AVERE UN PROFILO DI ALTA MORALITà

Roberto Fico, presidente della Camera dei Deputati, vuole cambiare le regole dello scrutinio per rendere irriconoscibili i voti. Una mossa che farebbe saltare i piani della scalata di Silvio Berlusconi al Colle. Fico annuncerà la decisione soltanto la mattina del 24 gennaio alle 15. Riunirà l’ufficio di Presidenza per pianificare gli ultimi dettagli e dirà come intende muoversi. Al suo fianco Maria Elisabetta Casellati, Presidente del Senato. Si voterà a oltranza, anche il sabato e la domenica.

FICO: NO A SEGNI SULLE SCHEDE

Per darsi fiducia i votanti scrivono abbreviazioni, appellativi alternativi o creativi sulla scheda di votazione. Questo serve alle correnti per contarsi. Ma il Presidente della Camera Roberto Fico vuole cancellare questo metodo, valutando di citare soltanto il cognome del candidato, quando presente, durante gli scrutini. Questa decisione per cercare di stroncare la volontà del Cavaliere di “contare” i voti del centrodestra e tenere a bada i franchi tiratori.

IL LEADER DI FORZA ITALIA E I TRUCCHETTI PER IL QUIRINALE

Il Cavaliere per arrivare al Colle vuole utilizzare i trucchi parlamentari, consentiti dal regolamento e utilizzati in passato anche da coalizioni di centrosinistra. Silvio Berlusconi intende assegnare un “segno” di riconoscimento a ogni partito alleato: Forza Italia voterà “Berlusconi”, la Lega sceglierà “Silvio Berlusconi”, i parlamentari di Fratelli d’Italia scriveranno “Berlusconi Silvio”, i cespugli centristi si orienteranno su “S. Berlusconi” e “Berlusconi S.”. Anche per i potenziali elettori di centrosinistra, che decidessero di appoggiarlo, il fondatore di Forza Italia riserverà un altro ventaglio di opzioni di “riconoscimento”: “presidente”, “Cavaliere”, “senatore”, “onorevole”, “sen.”, “Cav.”.

ROBERTO FICO: I POSITIVI NON POSSONO VOTARE

Gli elettori del nuovo Capo dello Stato saranno chiamati al voto in blocchi da 50: si partirà dai senatori a vita, poi i parlamentari e poi i delegati regionali. “Prima si sanificheranno le mani, poi voteranno”. All’elezione del Presidente della Repubblica, rigorosamente in presenza, i positivi al Covid-19 non potranno votare a norma di legge:

 “I positivi in questo momento a norma di legge non possono votare: abbiamo avuto una conferenza dei capigruppo dove è stato sollevato questo problema e ne abbiamo una anche domani. L’ istruttoria continua. Questa decisione non comporta alcuna violazione della procedura né costituzionale”

I vaccinati, invece, potranno votare ma con il tampone. E continua:

“In questo momento di emergenza sanitaria conclamata non dobbiamo dare messaggi sbagliati alla cittadinanza, fermo restando che ne discuteremo ancora”

ROBERTO FICO CONFIDA NEI PARTITI: “SI ARRIVI A UN NOME PIù CONDIVISO POSSIBILE”

Il Presidente della Camera Roberto Fico spera che tutte le forze politiche abbiano la responsabilità, come è stato in questi due anni, per arrivare a un nome il più possibile condiviso. Fico ha sottolineato anche:

“Confido che i partiti arrivino a una responsabilità giusta in un momento di grande difficoltà: oggi quella responsabilità è ancora più alta, perché siamo in un’emergenza conclamata e dobbiamo riuscire a fare tutto quello che serve al nostro popolo”, aggiunge.

L’obiettivo del Presidente è che il prossimo Capo dello Stato abbia un “profilo di alta moralità, aderente alla nostra Costituzione e ai principi e valori forti che rappresentano in tutto e per tutto il nostro Paese, che è un Paese dove c’è una grande civiltà”. Per Fico i pilastri della democrazia sono la scuola e la sanità pubblica:

“Un presidente deve essere ancorato a questi valori di una grande Repubblica, troppo spesso bistrattata”

Roberto Fico crede che ci siano molti candidati che rispecchiano questo profilo.

 

LEGGI ANCHE:

Draghi sfugge ai giornalisti: Non rispondo a domande sul Quirinale

Giorgia Meloni, la fine di Atreju e le future elezioni al Quirinale

Ecco perché Berlusconi non sarà Presidente della Repubblica: la difesa a Draghi e Mattarella bis

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.