Messi Ronaldo Mondiale Qatar
Sport

Ronaldo Messi, l’eterna sfida continua anche in questo mondiale!

Questo Mondiale del Qatar sta nuovamente rimettendo in gioco la rivalità (mai doma) tra due dei più grandi interpreti di questo gioco. Entrambi ancora nell’olimpo, 16 anni dopo la prima volta.

“Fondamentalmente, l’uomo è un animale intelligente, ma, ahimè, è vittima della macchina ambidestra della sua civiltà che gli altera la mente e lo rende senza intelligenza.” Questa frase di Ashley Montagu spiega bene il concetto della mediaticità nel dualismo Messi e Ronaldo. L’uomo è intelligente perché ha inventato il calcio che l’ha ripagato con questa sfida tra i due fenomeni. Ma al contempo è stupido perché invece di godersi questa apoteosi sportiva, preferisce dibattere eternamente su chi sia il migliore, senza gustarsi il momento. E questo Mondiale del Qatar è una delle ultima possibilità di riporre l’ascia di guerra e di apprezzare solo l’arte nella sua purezza.

La carriera di Messi e Ronaldo prima di questo mondiale in Qatar

L’argentino nato a Rosario nel 1987 ha all’attivo 998 apparenze mentre il portoghese di Madeira, nato due anni prima, 1141. Leo ha all’attivo 788 gol mentre Cristiano 819. 348 assist l’ex barcelloneta contro i 234 dell’ex madridista. 7 palloni d’oro a 5 per Messi, 5 Champions League a 4 per Ronaldo. 2 coppe internazionali con la propria nazionale per entrambi.

Il 10 e il 7, il talento puro contro la dedizione ossessionata, la classe contro la potenza, la vita e la morte, lo Yin e lo Yang. Nemmeno Alfred Hitchcock avrebbe potuto scrivere una sfida dualistica e dicotomica di tal valore nella stessa esatta epoca.
Si può preferire uno o l’altro e ci son motivi (seppur validi) da bar per sostenere la grandezza di uno rispetto all’altro, ma la verità è che insieme si sono innalzati a un livello superiore e han deciso di dominare il palcoscenico per più di quindici anni.

Il tempo non fa figli e figliastri: passa per tutti. Negli ultimi due/tre anni si avvertiva il cambio di pagina imminente, con una prossima rivalità tra un francese e un norvegese pronta a incantare noi appassionati dello sport più bello del mondo, ma questo mondiale ci ha fatto ricordare che, come direbbe Vasco, loro sono ancora qua, eh già. Forse per l’ultima volta. E allora godiamoceli, senza fare sterili polemiche su come si dovrebbero commentare le loro gesta.

Messi e Ronaldo in questo mondiale in Qatar

Finora i due non hanno disatteso i pronostici e, come fatto per tutta la carriera, si inseguono similmente.
Leo ha giocato (e perso) la gara d’esordio contro l’Arabia Saudita segnando su rigore. Quarto mondiale di fila in cui va a segno.
Ronaldo ha giocato (e vinto) la gara d’esordio contro il Ghana per 3-2, segnando su rigore come Messi. Supera il rivale con il quinto mondiale di fila in cui va a tabellino: primo nella storia.

Messi, leonel ferito, nella seconda gara segna un gol d’importanza capitale per l’1-0 contro il Messico e poi assiste Enzo Fernandez per il 2-0. Secondo gol della Pulce e primo giocatore a fare assist in cinque mondiali diversi: primo nella storia e supera il rivale. Stasera alle 20:00 ci sarà Portogallo Uruguay. Ronaldo ha l’ennesima, millesima, milionesima possibilità di riacciuffare il rivale e continuare questa rivalità, che fra non molto ci mancherà assai e di cui potremo dire di essere stati testimoni.

Sorpassi, contro sorpassi, divergenze, somiglianze: questa storia di rivalità rispettosa continua a incantare tutto il mondo anche oggi, nel 2022 a distanza di 16 anni dal 2006 quando un 19enne e un 21enne nel mondiale tedesco a noi italiani caro iniziavano a stupire il mondo e far parlare di loro.

Non resta che guardare stasera un altro capitolo di tutto ciò

 

Autore: Tommaso Mauri

 

Leggi anche:

Mondiali 2022, Portogallo-Uruguay chiuderà la seconda giornata

Mondiale Qatar, è terminata la prima giornata: promossi e bocciati finora!

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *