salvini belloni
NEWS

Salvini brucia vergognosamente la Belloni

Matteo Salvini e il suo sogno da regista di vedere una donna Presidente al Colle, questa volta con il nome Belloni. Svanirà anche questo?

Parte oggi la sesta giornata e il settimo scrutinio di votazione. Oggi il capo dei servizi segreti Elisabetta Belloni è quello più quotato da Salvini e Movimento 5 stelle. Ma dal centrosinistra arriva un no secco.

Salvini propone la Belloni

La diplomatica a capo dei servizi segreti, tanto amata da Luigi Di Maio, rispunta al sesto giorno di votazioni. Ieri sera nel tardo pomeriggio il vertice Salvini-Letta-Conte si è ritrovato per discutere su un nuovo nome che vada bene a tutta la maggioranza. Matteo Salvini continua a sostenere che vuole una donna al Colle, e una possibilità l’hanno già bruciata con Elisabetta Casellati. Ma il leader della Lega si deve prepare a un altro nome bocciato. Questa volta, però, al fianco del capo del Carroccio c’è il Movimento 5 stelle con Elisabetta Belloni. Ma Pd, Italia Viva e anche Forza Italia hanno già detto di no. Giuseppe Conte ha come l’impressione che il sogno di una donna al Colle possa accadere. «Spero ci sia la sensibilità per avere la possibilità finalmente di eleggere un presidente donna» ha dichiarato infatti. E subito anche Beppe Grillo la sostiene tramite un tweet.

Il no dei dem e FI a Elisabetta Belloni come Presidente della Repubblica

Elisabetta Belloni era già comparsa tra i nomi proposti come nuovo Presidente della Repubblica. Ma il no secco alla sua candidatura era già arrivato da diverse parti. Una diplomatica, con una grande carriera alle spalle, ma il capo dei servizi segreti al Quirinale? Matteo Renzi in primis è in disaccordo sulla scelta di Salvini e M5s: «Stimo Belloni, ma il capo dei servizi non può diventare presidente della Repubblica. Non penso che sia minimamente possibile votare la capo dei Servizi segreti alla presidenza della Repubblica: non sta né in cielo né in terra. Se è il suo nome proporremo di non votarlo».

Anche Liberi e Uguali sono contrari alla Belloni dichiarando: «Con tutto il rispetto per la competenza e la capacità di Elisabetta Belloni, in un paese democratico è assolutamente inopportuno che il capo dei servizi segreti diventi presidente della Repubblica. Allo stesso modo non è accettabile che la presidenza della Repubblica e la guida del governo siano affidate entrambe a personalità tecniche e non politiche». Sulla stessa linea anche Forza Italia. Si spezza così il centrodestra.

 

LEGGI ANCHE:

Salvini, Letta, Conte allo sbaraglio

La manovra spericolata di Matteo Salvini

Quirinale: centrodestra diviso e fuori controllo dopo la fumata nera su Casellati, e ora?

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.