salvini letta conte
NEWS

Salvini, Letta, Conte allo sbaraglio

Alla riunione del vertice Salvini-Letta-Conte spunta ancora la Belloni. Ma Renzi dice «io non la voterò»

Si sono chiuse ieri la quinta e la sesta votazione con un Salvini distrutto dai franchi tiratori che lo hanno abbandonato e un centrosinistra – deluso dai movimenti di Salvini – che spera di trovare subito un accordo ragionevole per eleggere il Presidente della Repubblica. Oggi ci saranno la settima, e, se servirà, la ottava votazione.

Il nuovo vertice: Salvini, Letta, Conte allo sbaraglio

I leader di Lega, Pd e M5s si preparano anche oggi a cercare di trovare un’intesa all’interno della maggioranza, che, però, vada bene a tutti. Difficile ancora la collaborazione tra Salvini, Letta e Conte che ieri si sono ritrovati in riunione, discutendo su vari nomi. Draghi, Mattarella, Amato, Casini, Cartabia, ma cosa succederà oggi? Si arriverà a un accordo o sono ancora tutti troppo confusi i leader della maggioranza? Conte in mattinata non si è presentato alla riunione. Si erano dati appuntamento alle 8.30 per decidere se astenersi tutti e prendersi del tempo, ma alla fine l’incontro è stato rimandato.

Enrico Letta: «Abbiamo iniziato a parlarci»

Dopo il flop di Elisabetta Casellati, il leader del Pd si è detto dispiaciuto di non aver iniziato a collaborare prima con gli altri leader. «Abbiamo iniziato a parlarci, mi spiace che sia successo soltanto adesso. Ma si è dimostrato che nessuno in questo giro ha una maggioranza e serve un accordo tra le parti per un presidente o una presidente della Repubblica che sia all’altezza di Sergio Mattarella». Enrico Letta dice che fino ad adesso hanno aspettato che il centrodestra facesse tutto il giro, ma per ora non fa nomi: «Non faccio nomi, anche perché bisogna discutere dentro i gruppi parlamentari ed evitare che si ripeta quanto accaduto con Casellati, dato che i gruppi hanno dimostrato di non avere grande tenuta. Serve una soluzione solida e che tiene».

salvini letta conte

Spunta ancora Elisabetta Belloni

Tra i nomi proposti sbuca ancora quello di Elisabetta Belloni, la prima donna a capo dei servizi segreti. La notizia è arrivata ieri sera nel tardo pomeriggio, quando il vertice Salvini, Letta, e Conte si è riunito per discutere su un nuovo nome. Il leader della Lega ha annunciato che sta lavorando per «una donna al Quirinale». E anche il leader del Movimento 5 stelle ha come l’impressione che questo accada. Il cambio di rotta arriva dopo che il centrodestra si è ritrovato a mani vuote, dopo la pesante sconfitta di Maria Elisabetta Casellati. «Il centrosinistra ha perso l’occasione di eleggere il primo presidente della Repubblica donna della storia dell’Italia» ha detto il leader della Lega. Al momento quindi circola il nome di Belloni, la diplomatica a capo degli 007 . Anche se già molti non erano d’accordo a una sua eventuale candidatura per il ruolo che ricopre. Il leader di Italia Viva, infatti, si è espresso in merito così:

 

LEGGI ANCHE:

La manovra spericolata di Matteo Salvini

Il centrodestra si spacca sul Quirinale: Salvini e Meloni non collaborano, si rischia lo sfascio

Elisabetta Belloni: la prima donna, dai servizi segreti al Colle

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.