san siro beppe sala
editoriali

San Siro, le mille giravolte di Beppe Sala

San Siro e’ un monumento alla milanesità della nostra città con cui è bene non prendere scorciatoie pericolose

San Siro. Le mille giravolte di Beppe Sala, la storia che si dipana ormai da anni è una piccola commedia degli equivoci, in cui Beppe Sala , da tutti stimato come uomo forte e soprattutto attento agli umori della città, sembra aver perso il senso della bussola.

Prima con fare molto altero annuncia in accordo con Milan e Inter, la decisione incomprensibile di depotenziare San Siro per costruire affianco un nuovo stadio, mossa utile alla speculazione edilizia che il nuovo progetto comporterebbe, poi rifiuta la discussione in consiglio comunale, che per un sindaco “di sinistra” pare davvero difficile comprendere.

Atto terzo

Si formano comitati e un ampio movimento contro le scelte del Sindaco e delle società, che contrariate annunciano di voler fare un loro impianto negli spazi ex- Falk, a cui Sala sorpreso dice : Mi avevano scritto altre cose? Ma cosa non è dato sapere.

Il colpo ad effetto

Retromarcia o avvitamento su se stesso, Sala annuncia la proposta di un incontro con le squadre Milan Inter( Scaroni e Zhang), il Sindaco medesimo e il consiglio comunale.

Che dire anche a Milano i progetti troppo aggressivi e speculativi, sono destinati a non passare, bene ricordarlo.

Poi l’arroganza di rifiutare il dibattito in sede comunale, salvo poi esser costretto ad accettarlo, non pare grande strategia.

Caro Beppe Sala sempre meglio ricredersi, di fronte ad una città molto compatta contro un progetto senza senso, o forse a senso fortemente speculativo

Il progetto di Populous: la Cattedrale

L’ideatore di tale progetto è Populous, un studio internazionale che ha già progettato il nuovo stadio di Wembley e lo stadio di proprietà del Tottenham. Il progetto della Cattedrale si basa su due luoghi iconici della città di Milano ovvero il Duomo e la Galleria. Difatti lo stadio stesso sarà circondato da una galleria costituita da pareti di vetro, dove saranno presenti numerosi punti di ristoro. Inoltre poiché si tratta di uno stadio di proprietà di due squadre, verranno installate delle luci personalizzate. In questo modo quando sarà la squadra di Simone Inzaghi a giocare in casa verrà proiettato un serpente blu che avvolge lo stadio. Mentre quando giocherà in casa la squadra di Stefano Pioli, lo stadio sarà avvolto da fiamme rosse. Per quanto riguarda l’aspetto funzionale, l’intenzione è quella di rendere il nuovo stadio di Milano l’impianto più ecosostenibile d’Europa. Questo avverrà attraverso l’utilizzo di un riscaldamento passivo, numerosi pannelli solari e il riutilizzo dell’acqua piovana.

san siro beppe sala
Il progetto di Populous, la Cattedrale

Il progetto di Sportium: gli Anelli di Milano

L’idea del progetto di Sportium è quella di rappresentare la storia e la relazione fra le due squadre di Milano. In che modo? Le due squadre verranno rappresentate da due anelli tra loro intrecciati ma divisi e sempre in perfetto equilibrio. Come Milan e Inter, due squadre rivali ma uniti nel preservare la loro storia e tradizione. I milanesi sono difatti al centro di questo progetto difatti la facciata dello stadio immortalerà i volti di 16.000 tifosi. Come per il progetto di Populous, l’idea è quella di trasformare l’intera area di San Siro per creare un centro green dedicato allo sport. Con l’introduzione di musei e negozi dedicati alle due squadre e numerosi punti di ristoro andando allo stesso tempo a limitare l’inquinamento acustico di cui i milanesi si lamentano da anni. Anche in questo progetto verranno installate delle luci personalizzate a seconda di chi gioca in casa.

san siro beppe sala
Il progetto di Sportium, gli Anelli di Milano

Leggi anche:

Polemiche San Siro: il sindaco Beppe Sala risponde a Massimo Moratti

Cresce il Comitato per lo Stadio San Siro: più di 100 le adesioni per il “Sì Meazza

Serie A bilanci: un miliardo di perdite per le squadre italiane. Napoli unica squadre senza debiti

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.