scontro generali
News

Scontro dentro Generali: Del Vecchio e Caltagirone in campo contro il Ceo Donnet

Generali: è scontro per il rinnovamento dei vertici

È scontro sulle Generali. Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica e terzo azionista del Leone, fa affidamento sulla strategia proposta da Francesco Gaetano Caltagirone per un cambio del management di Generali. «Una visione imprenditoriale di lungo termine, che non cerca solo dividendi ma guarda anche ai bisogni di crescita della compagnia», ha detto.

Dall’altro lato, però, c’è Philippe Donnet, Ceo di Generali che guiderà la lista del consiglio di amministrazione (sostenuta da Mediobanca) all’attesissima assemblea della compagnia del 29 aprile. Al centro, vi sarà la questione del rinnovo dei vertici. Donnet negli ultimi giorni è passato all’attacco, contestando senza mezzi termini il piano presentato dalla lista di Caltagirone.

Una “guerra d’indipendenza a cui seguirà il Risorgimento”, così lo stesso Caltagirone ha definito lo scontro. Per il momento appare come una vera e propria guerriglia interna tra chi, fino a poco tempo fa, lavorava fianco a fianco in qualità di collaboratori.

scontro generali

Lo scontro in Generali: le parole di Donnet

Philippe Donnet ha definito il piano di Caltagirone come «un insieme di slides che da una parte riflettono delle ossessioni più che delle idee e dall’altra fanno confusione tra rischio e ambizione». Ha poi aggiunto: «Non sono numeri più ambiziosi del nostro piano: sono solo più rischiosi e senza remunerare gli azionisti. Lo ritengo molto pericoloso».

Al di là dell’attacco al piano presentato dai rivali, Donnet ha sottolineato gli obiettivi raggiunti grazie ai piani strategici portati avanti da lui presentati in questi anni da Ceo. Non solo. Si è tolto non pochi sassolini dalle scarpe su chi, a suo giudizio, ha tradito l’azienda schierandosi con Caltagirone e Del Vecchio nel rinnovamento dei vertici.

Donnet contro Cirinà e Costamagna

In primis, Donnet si è espresso in merito a Luciano Cirinà, ex responsabile di Generali Austria ed Est Europa. Attualmente il numero tre del gruppo, si è candidato a sorpresa come nuovo Ceo all’interno della lista di Caltagirone. «Non ne faccio un caso personale – ha sottolineato Donnet – non sono un tipo emotivo. L’azienda è stata tradita per aver saputo tramite la stampa della sua scelta. E anche il cda si è sentito tradito. Il 7 marzo Cirinà era in Est Europa a presentare il piano Generali e solo il 15 marzo è comparso nella lista di Caltagirone».

Ha avuto anche da ridire su Claudio Costamagna, proposto dai rivali alla presidenza, per la frase “people will suffer” in riferimento alla riduzione dei dipendenti. «Un’affermazione che trovo sbagliata moralmente – ha affermato Donnet – e che denota indifferenza».

Lo scontro dentro Generali: come andrà a finire?

Il programma strategico di Caltagirone, dal nome “Awakening the lion“, ha come obiettivo la ripartenza e il rinnovamento di Generali. La sfida è al piano industriale del Ceo uscente Philippe Donnet, ricandidato per il terzo mandato.

Gli obiettivi sono ambiziosi: utili a 4,2 miliardi per il 2024, con una crescita annua dell’utile netto tra il 2021 e il 2024. C’è anche l’obiettivo di crescita per acquisizione, per il quale si possono avanzare fino a 7 miliardi. Tutti numeri ben accolti da Piazza Affari.

I candidati per i vertici scelti da Caltagirone sono, quindi, Costamagna alla presidenza e Cirinà come Ceo.

Cosa succederà alla fine è difficile a dirsi. «Se vincerà la lista del cda – ha spiegato Donnet – al termine dell’assemblea sarà mia responsabilità continuare ad implementare il piano con la supervisione del nuovo consiglio». Nel caso di vittoria dei rivali, lasciare Generali per Donnet è un’ipotesi da non considerare.

 

Leggi anche:

Il tesoro da 200 miliardi di Vladimir Putin: a quanto ammonta il suo patrimonio?

Mario Draghi appare risoluto nelle sanzioni contro la Russia: il ruolo chiave nell’Ue

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.