mam-e mostra SEGNI IMMAGINI PAROLE DEL 1968 A MILANO 68
Milano,  Mostra

SEGNI IMMAGINI PAROLE DEL 1968 A MILANO

La mostra “Un grande numero.” apre al pubblico un panorama di grande impatto visivo sui principali punti focali di un Movimento globale di cambiamento del ’68. Saranno esposti documenti originali, e spesso inediti che daranno vita alla varietà di temi che caratterizzarono il Movimento.

“Un grande numero. Segni immagini parole del 1968 a Milano” a cura di Fondazione ISEC. Sarà visitabile dal 2 al 22 ottobre 2018 negli spazi dell’ex Ansaldo di via Bergognone 34.

Ha preso forma grazia alla promozione di Fondazione ISECBASE Milano, inoltre l’esposizione è realizzata in collaborazione con Università Iuav di Venezia, con il sostegno di Comieco Fondazione Aem-Gruppo A2A e infine con il contributo di Fondazione Cariplo e Regione Lombardia.

In più è stato organizzato un articolato palinsesto di attività laboratori e visite guidate per le scuole; workshop creativi per illustratori, fotografi e professionisti, insieme a una serie di incontri pubblici.

Un grande numero. Segni immagini parole del 1968 a Milano” rientra nel calendario italiano del 2018 per l’anno europeo del patrimonio culturale #EuropeForCulture.

Un grande numero. Segni immagini parole del 1968 a Milano

Si apre con una panoramica sui principali snodi di un Movimento globale illustrati da documenti originali e in larga misura inediti. Segni e parole danno forza alla varietà di temi e componenti di un periodo estremamente vario e plurale.

Inoltre vi sarà una sezione speciale che presenterà cinquanta scatti del fotoreporter Uliano Lucas. Saranno presenti foto di altri autori rappresentativi dell’epoca: fra cui Walter Barbero, Norbert Chautard, Enrico Cattaneo, Cesare Colombo, Carlo Leidi, Silvestre Loconsolo e Alfonso Modonesi.

mam-e mostra SEGNI IMMAGINI PAROLE DEL 1968 A MILANO sciopero
Sciopero degli operai della Pirelli in Piazza Duca D’Aosta, Milano, 1970, Archivio Uliano Lucas

Anche la narrazione avviene grazie a materiale dell’epoca come i giornali scolastici, ad esempio La Zanzara del liceo Parini, i volantini e i fogli volanti replicati grazie al ciclostile, ma anche i dazebao, i manifesti, le scritte murali, gli slogan e i cartelli. Saranno presenti anche copie originali  di riviste e libri che diedero voce alla protesta di quel periodo. Questo materiale sarà accompagnato da filmati, registrazioni video e fotografie.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!