sport

Serie A, 14 giornata: l’Inter insegue, il Napoli scappa, crollano Juve e Milan

Serie A, 14 giornata: tonfo di Milan e Juve, l’Inter vince e accorcia, il Napoli vince e scappa

La 14^ giornata di Serie A vede una nuova classifica apparire. Il campionato italiano prosegue nel suo equilibrio tra le milanesi e il Napoli. In questa giornata, ci sono state importanti vittorie e debacle clamorose. I partenopei, pur non avendo a disposizione Osimhen e Anguissa, travolgendo la Lazio scappano in classifica, onorando al meglio la memoria di Maradona ad un anno dalla scomparsa. L’Inter soffre e vince a Venezia, mentre i cugini rossoneri oggi pomeriggio sono affondati in casa contro il Sassuolo. Altra battuta d’arresto infine per la Juventus, che perde in casa contro un’Atalanta che si sta riprendendo lentamente dagli infortuni.

Juventus-Atalanta: Duvan espugna lo Stadium, settimana da dimenticare per la Vecchia Signora

Il primo grande big match della 14 giornata è stato Juventus-Atralanta alle ore 18:00 di sabato. I bianconeri, dopo la sconfitta in trasferta di Champions League contro il Chelsea, volevano cercare di riprendersi in campionato. Nell’incontro la Vecchia Signora, che schierava Dybala in campo dal 1′, ha provato a mettere in difficoltà i bergamaschi ma l’argentino non ha inciso abbastanza. Dall’altra parte, inoltre, si registrava la reattività del portiere Musso. Al 27′ ecco la doccia fredda per la Juventus: Duvan Zapata riceve palla e una volta entrato in area infila col destro una fucilata imprendibile per Szszesny. Nella ripresa la Juventus attacca con tutte le forze che ha per tentare di riaprire la partita. Per contro, l’Atalanta pensa a difendere il risultato, con Musso ancora protagonista. Nel recupero, ci si mette anche la sfortuna: Dybala su punizione prende la traversa. Termina dunque 1-0 a favore dell’Atalanta.

serie a 14 giornata
Duvan Zapata esulta dopo il gol fatto alla Juve

 Venezia-Inter: i nerazzurri giocano bene e battono i lagunari con Calhanoglu e Lautaro

Sabato sera dopo la Juve è scesa in campo l’Inter, che in trasferta ha affrontato la neopromossa Venezia. I campioni d’Italia in carica, dopo la qualificazione ottenuta mercoledì sera battendo lo Shakhtar, intendevano poseguire la striscia positiva in Serie A. La squadra scesa in campo presenta un turnover marcato. Una partita diretta di fatto dall’Intrer, che trova il gol dopo circa mezzora con Calhanoglu grazie a un destro potente da fuori area. Nel secondo tempo, i nerazzurri diverse volte provano a segnare il raddoppio ma invano. Nel recupero, un tocco di mano da parte del veneziano haps procura il rigore all’Inter. Va al dischetto Lautaro e non sbaglia, sigillando definitivamente la partita. termina quindi 2-0 per l’Inter, che si porta a 31 punti a -1 dai cugini rossoneri.

 

 

Sassuolo-Milan: Scamacca e Berardi esorcizzano il Diavolo

Alle ore 15.00 di domenica la 14 giornata ha servito Milan-Sassuolo. I rossoneri, dopo la vittoria al fotofinish contro l’Atletico Madrid in Champions, sono crollati clamorosamente in casa. Inizialmente andati in vantaggio grazie a un gol di testa di Romagnoli su corner, in poco tempo i Diavoli si sono spenti a favore degli ospiti neroverdi. In particolare, la parte del leone l’ha fatta il giovane attaccante Scamacca segnando due reti: la prima potente dalla distanza, la seconda con un pizzico di fortuna grazie a un rimpallo tra Maignan e Kjaer. Nel secondo tempo, malgrado alcuni cambi che provano a dare frizzantezza alle azioni del Milan, il Sassuolo sigilla definitivamente la partita. Al 66′, infatti, Berardi si porta a spasso la difesa rossonera, e dopo aver ipnotizzato Romagnoli, mette la palla in rete. Termina dunque 3-1 per i neroverdi il risultato.

serie a 14 giornata
Scamacca festeggia con i compagni il gol contro il Milan

Lazio-Napoli: i partenopei onorano Maradona con un poker travolgente e scappano in classifica

L’ultimo importante big match della 14 giornata di campionato è stato Napoli-Lazio. La squadra di Spalletti, dopo la sconfitta a Milano con l’Inter, voleva reagire anche senza Osimhen e Anguissa. Una serata che coincideva con il primo anniversario della scomparsa di Diego Armando Maradona. Dal primo minuto sino alla fine, è stato un monologo partenopeo. In mezzora circa, il Napoli segna ben tre gol: prima Zielinski, poi Mertens due volte. I biancocelesti, seppur tramortiti, provano a reagire: al 24′ un lampo di Luis Alberto è interrotto da Ospina. Nella ripresa, il Napoli di fatto palleggia per smorzare qualsiasi tentativo degli ospiti di riprendere in mano la partita. All’84’ Fabian Ruiz sigilla il match con un potente sinistro da fuori area piazza un tiro angolato sul quale Reina non può arrivarci. Termina dunque 4-0 per il Napoli, che scappa dal Milan e va a 35 punti.

LEGGI ANCHE:

Coppa Davis, Italia batte Colombia: è ai quarti

LIVE Italia-Olanda oggi: diretta Basket Qualificazioni Mondiali 2023

F1, Carlos Sainz Jr: carriera e risultati dello spagnolo della Ferrari

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *