texas scuola
NEWS

Sparatoria in una scuola del Texas: il 18enne Salvador Ramos ha ucciso 19 bambini e 2 insegnanti

Ennesima sparatoria negli Usa: a Uvalde, in Texas, nuova strage in una scuola

L’ennesima sparatoria ha lasciato sotto shock l’America e tutto il mondo. In una scuola elementare del Texas sono stati uccisi a sangue freddo 19 bambini e 2 insegnanti. A compiere la strage sarebbe stato un diciottenne di nome Salvador Ramos, che è stato ucciso dalla polizia dopo essersi rinchiuso dentro la scuola. Avrebbe agito da solo, compiendo in pochissimi minuti una terrificante carneficina.

Il presidente americano Joe Biden si è rivolto alla nazione, sottolineando che è tempo di agire sulle armi. “L’idea che un diciottenne possa entrare in un negozio e acquistare un fucile è sbagliata”, ha affermato.

21 vittime in una scuola del Texas: cosa è successo

Intorno alle 12 (ora americana) del 24 maggio, un diciottenne ha aperto il fuoco presso la Robb Elementary School della cittadina di Uvalde, in Texas. Come ha confermato il governatore Greg Abbott, il bilancio delle vittime ammonta ad un totale di 21.

Si tratta della seconda sparatoria più sanguinosa in tutta la storia degli Stati Uniti. Prima è la strage nella scuola di Sandy Hook, nel Connecticut, dove persero la vita 26 persone. Ed è ancora più grave della nota Columbine, dove nel 1999 due studenti massacrarono 12 dei loro compagni di classe e insegnanti.

Uvalde è una piccola comunità a pochi chilometri di distanza dal confine con il Messico. La scuola era frequentata da quasi 600 bambini, di cui circa il 90% latini. Al momento della strage erano presenti bambini piccoli di seconda, terza e quarta elementare. Tra due giorni sarebbe terminato l’anno scolastico in corso.

La dinamica della sparatoria in una scuola del Texas

A compiere la strage è stato un giovane diciottenne di nome Salvador Ramos, studente del liceo dello stesso complesso scolastico. La dinamica della sparatoria è ancora da chiarire. Secondo le ricostruzioni, confermate dalle parole del governatore Abbott, il ragazzo prima di accedere alla scuola avrebbe anche sparato alla nonna, che al momento riversa ricoverata in gravi condizioni. Successivamente, sulla strada verso la scuola avrebbe avuto un incidente d’auto.

Una volta giunto sul luogo, sarebbe poi sceso dall’auto con fucile e giubbotto antiproiettile, e superando il blocco di alcuni agenti sarebbe entrato nell’edificio aprendo il fuoco in alcune delle classi. Un agente della polizia di frontiera degli Stati Uniti, che in quel momento si trovava nelle vicinanze, si sarebbe precipitato nell’istituto appena iniziata la sparatoria e avrebbe ucciso Ramos sparandogli per fermarlo.

Chi era Salvador Ramos: il carnefice della strage nella scuola in Texas

Salvador Ramos, un liceale di appena 18 anni, aveva frequentato la stessa scuola elementare dove è poi tornato in veste di assassino. Non sono molti gli elementi che si conoscono della sua persona. Sul suo account Instagram, conosciuto come “Salv8dor“, aveva pubblicato diverse foto di armi e fucili.

texas scuola

Come è emerso ieri a seguito della sparatoria, il 12 maggio scorso aveva contattato una ragazza sconosciuta (“epnupues”) inviandole foto di fucili semiautomatici con il caricatore innestato. “Rispondimi entro un’ora perché voglio rivelarti un segreto”, le aveva scritto lui. L’aveva poi ricontattata ieri scrivendole “Sto per…”, ma la ragazza non era riuscita a comprendere quelle parole. L’ultima cosa che le aveva scritto, nella mattinata di ieri, era: “Ho un piccolo segreto che voglio dirti”. Ora la giovane commenta: “Adesso mi resta il rammarico di non essere rimasta sveglia a parlare con lui per cercare di evitare questo crimine”.

Ramos lavorava all’interno della catena di fast food Wendy’s. Il manager del locale, Adrian Mendes, l’ha definito “un tipo silenzioso, che non socializzava con altri dipendenti”. Il giorno del suo diciottesimo compleanno aveva acquistato i due fucili in un negozio della contea di Uvalde.

Gli investigatori dovranno ricostruire quella che si percepisce come una personalità ossessionata da munizioni, armi e violenza.

 

Leggi anche:

I leader del Quad si incontrano a Tokyo. Che cos’è e a cosa serve?

I Russi bloccano il grano dell’Ucraina: rischiamo una crisi alimentare globale

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.