sparatoria usa
Attualità,  NEWS

Sparatoria Usa: un uomo uccide sei persone e poi si toglie la vita

Ennesima sparatoria in Usa: un uomo uccide sei persone a una festa e poi si toglie la vita

Un’ennesima sparatoria in Usa colpisce i cittadini americani. Questa volta il numero delle vittime ammonta a sette, tutte uccise durante una festa di compleanno a Colorado Springs, nello stato del Colorado. Un uomo armato ha fatto irruzione dentro la casa dove si stavano tenendo i festeggiamenti e ha aperto il fuoco, uccidendo anche la fidanzata e poi se stesso. Tutte le vittime sono adulti, i bambini che erano presenti alla festa sono rimasti illesi.

Sparatoria Usa: ecco cosa è successo nel dettaglio

La strage è avvenuta appena dopo la mezzanotte all’interno del parco Canterbury Mobile Home Park, che ospita case mobili. Il killer è entrato all’interno di un caravan dove ha iniziato a sparare sulle persone. La polizia ha risposto a una chiamata intorno a mezzanotte e venti minuti e una volta giunta sul luogo ha trovato sei adulti morti e otto gravemente feriti. Uno di questi è stato portato in ospedale in condizioni gravissime.

sparatoria usa

Secondo una prima ricostruzione, si tratterebbe appunto del fidanzato di una delle ragazze presenti al party. Egli si sarebbe tolto la vita proprio dopo averla uccisa e dopo aver causato l’intera strage. La polizia sta indagando per ricostruire nei dettagli l’evento.

Il capo della polizia Vince Niski ha detto: “Le parole non sono sufficienti a descrivere questa tragedia. Come capo della polizia, come marito, padre e nonno, il mio cuore si spezza per le famiglie che hanno perso qualcuno che amano e per i bambini rimasti senza genitori. Siamo rimasti tutti incredibilmente scossi. Questo è qualcosa che speri non accada mai nella tua comunità, nella tua casa”. Anche il sindaco di Colorado Springs, John Suther, ha espresso parole di cordoglio per quanto accaduto: “Oggi ci troviamo a piangere la perdita di vite umane e a pregare per coloro rimasti feriti e che hanno perso i loro familiari in questa tragedia”.

Si tratta di un ennesimo massacro negli Usa causato dall’utilizzo di armi da fuoco contro un gruppo di persone. Sempre in Colorado, a Boulder, solo due mesi fa un ventunenne aveva ucciso dieci persone all’interno di un supermercato. La settimana prima, invece, un altro giovane ragazzo aveva ucciso otto persone ad Atlanta.

sparatoria usa

L’uso delle armi da fuoco è un problema grave

Il problema delle sparatorie negli Stati Uniti è stato definito dal Presidente Joe Biden come una vera e propria epidemia. Più di 300 persone al giorno vengono ferite dalle armi da fuoco e più di 100 rimangono uccise. Biden aveva annunciato mesi fa di voler prendere dei provvedimenti al fine di limitare l’utilizzo delle armi.

Tra i suoi obiettivi, vi sono il tracciamento e le regolamentazioni delle ghost gun, le armi senza numero di serie. Inoltre, cercherà di introdurre delle leggi ad hoc per confiscare armi da fuoco ai soggetti pericolo di per la società. Gli ostacoli si troveranno principalmente all’interno del Congresso, a maggioranza repubblicana. Infatti, i deputati repubblicani da sempre sono avversi a questo tipo di limitazioni. Per questo motivo, molte promesse fatte da Biden durante la campagna elettorale sono ancora ferme.

Leggi anche:

Ultime notizie dall’America: è ancora scontro tra Biden e Trump

Arrestato il responsabile del furto dei quadri di Van Gogh

Nuovo attacco a Capitol Hill: morti un agente e l’aggressore

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.