Cinema,  Spettacolo

MARILYN MONROE DOMANI COMPIREBBE 90 ANNI: LA RICORDIAMO CON 5 FILM

Domani l’anniversario della nascita di Marilyn Monroe: un’icona senza tempo, capace di ispirare artisti di ogni stile e generazione e di incarnare un nuovo mito della sensualità.

Marilyn Monroe, nome d’arte di Norma Jeane Mortenson, è nata a Los Angeles il 1° giugno 1926.  É stata un’attrice dall’incomparabile fascino, capace di cambiare la storia del costume e il concetto stesso di star cinematografica, considerata “diva sfortunata” per eccellenza a causa delle esperienze di vita travagliate e culminate con la morte prematura avvenuta nel 1962, quando Marilyn aveva solo trentasei anni. Celebrata dall’arte: da Andy Warhol nel famosissimo quadro “Four Marilyns” (visibile in questi giorni a Torino, in occasione della mostra: “La donna e il mito“) a Willem De Kooning, da Mimmo Rotella a Salvador Dalì. Grande protagonista nella Hollywood anni Cinquanta, dove recitò in più di trenta film, commedie ma non solo e fu scelta come musa da registi come Billy Wilder e George Cukor.

La ricordiamo con cinque film, forse non i più belli, ma quelli che testimoniano meglio le tappe della sua breve ed intensa carriera cinematografica:

Eva contro Eva (1950) di Joseph L.Mankiewicz: una storia epica sul tema del successo, del talento e dell’ambizione divoratrice. Due attrici teatrali, interpretate da Bette Davis e Anne Baxter, si contendono un ruolo in uno spettacolo, fino alle estreme conseguenze. La presenza di Marilyn Monroe in questo film è marginale, ma è una delle sue prime apparizioni in un capolavoro del cinema.

Gli uomini preferiscono le bionde (1953) di Howard Hawks: Uno dei primi veri ruoli da protagonista per Marilyn, qui in coppia con Jane Russell: una buffa commedia grazie alla quale il suo mito inizia ad emergere: l’autentico sigillo alla sua popolarità.

Come sposare un milionario (1953) di Jean Negulesco: Marilyn, in compagnia di Lauren Bacall e Betty Grable, cercherà di sposare un ricco milionario e così sistemarsi economicamente per tutta la vita. Le cose saranno più complicate del previsto. Una commedia brillante e leggera, uno dei film per i quali sarà maggiormente ricordata.

A qualcuno piace caldo (1959) di Billy Wilder: Una delle più divertenti commedie degli equivoci della storia del cinema. Qui Marilyn è meravigliosa nella parte della candida e ingenua Zucchero “Candito” Kandinsky, giovane corteggiata da una coppia di musicisti in fuga, interpretati da Jack Lemmon e Tony Curtis.

Gli spostati (1961) di John Huston: L’ultimo film completato dall’attrice, sceneggiato dal suo ex marito, il commediografo Arthur Miller. Un western atipico, interpretato da una Monroe in stato di grazia, perfetta nel ruolo della dolce e sensibile Roslyn Taber: con con la sua ultima apparizione sugli schermi vede finalmente valorizzate le sue qualità di interprete drammatica.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!