mam-e arte SUPPORT LE MANI DI QUINN VIA DA VENEZIA primo piano
Arte

SUPPORT: LE MANI DI QUINN VIA DA VENEZIA

Forse è solo un arrivederci

Support è un opera monumentale. Concepita per sensibilizzare i pericoli del cambiamento climatico. Due enormi mani che sorreggono la facciata dell’hotel Ca’ Sagredo a Venezia sono la riproduzione in scala delle mani dell’artista quando aveva sette anni. Realizzate da Lorenzo Quinn, figlio dell’attore Anthony Quinn.

Le enormi mani verranno rimosse. Si prevede che troveranno un’altra collocazione tra il 3 e il 7 maggio. L’artista scherza e dichiara che il destino è beffardo, le mani sono state concepite intorno al suo compleanno e verranno rimosse proprio il giorno del suo compleanno.

mam-e arte SUPPORT LE MANI DI QUINN VIA DA VENEZIA lorenzo quinn
Lorenzo Quinn accanto alla sua opera Support

Ma non sarà un addio definitivo a Venezia. Support è stato donato da Lorenzo Quinn stesso alla città lagunare. Nelle scorse settimane moltissime città hanno fatto a gara per avere Support. Ma non mancano le possibilità per cui le mani restino a Venezia. Quinn non vuole sbilanciarsi e per ora non vuole rilasciare dichiarazioni su dove possano essere ricollocate le mani. L’unico assaggio che ci lascia intravedere una delle possibili collocazione lo si deduce da una frase. “Chissà, magari queste mani se non possono più toccare l’acqua, voleranno…”. Per ora aspetta la decisione della Sopraintendenza.

In ogni caso dopo la rimozione le mani torneranno in Spagna. Verranno portate nello studio dove l’artista le ha realizzare e dove concepisce le sue opere. Verranno aggiustate e magari rielaborate per essere appese.

La realizzazione di un miracolo

Venezia ha leggi molto restrittive e precise. E quando si è deciso di esporre Support sembrava un’impresa impossibile. Invece non solo hanno avuto tutti i permessi, ma hanno compiuto un miracolo. Sono risultati all’altezza di Venezia e l’opera è amata ed apprezzata dai veneziani stessi.

mam-e arte support le mani di quinn via da venezia notturna
Support di Lorenzo Quinn sulla facciata dell’hotel Ca’ Sagredo a Venezia.

L’opera risulta la più seguita, cercata su google e apprezzata degli ultimi anni, anche dai turisti stranieri.

Per ora possiamo solo aspettare e goderci la nuova opera di Lorenzo Quinn, sempre a Venezia. A Forte Marghera si è svolto un sopralluogo per la prossima installazione dal titolo Stop Playng.

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!