News

Tensioni Italia-Francia, Mattarella difende Meloni: “No ad ingerenze dall’estero”

Tensioni tra Italia e Francia, Mattarella risponde alle dichiarazioni della ministra francese Boone: “L’Italia sa badare a sé stessa”

All’ultimo vertice europeo di Praga le dichiarazioni della ministra francese Laurence Boone al quotidiano “Repubblica” hanno creato delle tensioni tra Italia e Francia. A riguardo delle ultime elezioni politiche italiane, la ministra degli esteri francese ha affermato:

“Vogliamo lavorare con Roma ma vigileremo sul rispetto di diritti e libertà e saremo molto attenti al rispetto dei valori e delle regole dello Stato di diritto”

La tensione tra Italia e Francia è arrivata al culmine quando la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha commentato queste dichiarazioni:

“Sono ragionamenti somigliano troppo a un’inaccettabile minaccia di ingerenza contro uno Stato sovrano, membro dell’Ue. L’era dei governi a guida Pd che chiedono tutela all’estero è finita”

Ecco il commento alle dichiarazioni della ministra Boone sul suo profilo Twitter:

tensioni italia francia
La ministra degli esteri francese, Laurence Boone

Anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è intervenuto in risposta alle affermazioni di Boone, affermando:

“L’Italia sa badare a se stessa nel rispetto della Costituzione e dei valori dell’Unione”

Sul quotidiano Messaggero, il presidente della Repubblica ha spiegato di essere intervenuto in difesa di Meloni perché da quando Fratelli d’Italia ha trionfato alle elezioni l’interlocuzione tra il Quirinale e la premier in pectore è stata costante e in un’ottica di incontro. È proprio per come si sta svolgendo la formazione del Governo, che Mattarella ha voluto ricordare che l’Italia è una democrazia matura, e  non ha bisogno di tutele dall’alto. Questo momento di tensioni tra Italia e Francia ha dunque rivelato che Meloni sta dialogando nel modo giusto con il presidente.

A proposito, leggi La destra ha vinto le elezioni: i prossimi passi verso la formazione del governo

Lo stemperamento delle tensioni tra Italia e Francia da parte dello staff di Boone

Poco dopo lo staff di Boone ha rilasciato delle dichiarazioni cercando di stemperare la tensione tra Italia e Francia, lodando la posizione a favore del sostegno all’Ucraina assunta da Giorgia Meloni. Nel comunicato si riporta:

“La presentazione in questa intervista della relazione che intendiamo avere con l’Italia semplifica eccessivamente il pensiero di Boone. I diritti fanno parte di questi valori comuni. Si tratta di un requisito collettivo a livello dell’Ue, e per ognuno degli Stati membri. Questo vale sia per l’Italia che per la Francia.”

Sulla stessa linea di pensiero il presidente francese, Emmanuel Macron, che a seguito del vertice di Praga ha affermato di avere completa fiducia nell’Italia in un’ottica di collaborazione e supporto reciproco. Macron ha dichiarato:

“La Francia lavorerà con buona volontà e in modo esigente con chiunque il Presidente sceglierà di nominare al governo”

Sembrano dunque un po’ stemperate le tensioni createsi tra Italia e Francia al seguito del vertice europeo di Praga, ma per capire nel dettaglio come si evolveranno i rapporti tra il nuovo governo italiano, e il resto dei paesi dell’Unione Europea, bisognerà aspettare almeno dopo la formazione del nuovo governo da parte di Giorgia Meloni.

LEGGI ANCHE:

Le reazioni internazionali alla vittoria di Meloni: esultano i sovranisti, silenzio da UE. USA e Cina preoccupati

Governo Meloni, via al toto ministri. Nodo sulla salute e dubbi per il Viminale

L’UE condanna le annessioni illegali della Russia

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *