Cinema,  Spettacolo

The Whale e la rinascita di Brendan Fraser a Venezia 79: la sua interpretazione è da Oscar

Brendan Fraser conquista il red carpet di Venezia 79 sfoggiando il suo incredibile aumento di peso: The Whale potrebbe valergli una nomination agli Oscar

Chi se lo ricordava come George il Re della Giungla o come l’atletico protagonista de La Mummia probabilmente stenterà a riconoscerlo, ma – anche con 100 kg in più – Brendan Fraser ha conquistato comunque il red carpet del Festival del Cinema di Venezia, dove presenta The Whale di Darren Aronofsky.

Il film, reduce di un casting durato quasi un decennio, racconta infatti la storia di un professore di inglese gravemente obeso che, ormai prossimo alla fine, decide di impegnarsi nel riallacciare i rapporti con sua figlia (nel film interpretata da Sadie Sink, star di Stranger Things). L’incredibile aumento di peso di Brendan Fraser, tuttavia, non è di certo l’unico motivo che rende The Whale uno dei film più attesi del Festival.

Pellicola che segna una vera e propria rinascita per l’attore, infatti, The Wall ha dato a Brendan Fraser l’occasione di tornare tra i big di Hollywood. Tra chi già fiuta una nomination all’Oscar e chi esce commosso dalla première di The Whale a Venezia, ci troviamo senza dubbio di fronte a un film che vale la pena di essere visto. Ma di cosa parla esattamente?

Ecco tutto quello che devi sapere su The Whale e sulla rinascita cinematografica di Brendan Fraser: trama, cast, malattia, Venezia 79 e tutte le curiosità sul film.

Potrebbe interessarti anche: Venezia 79, il programma giorno per giorno: tutti gli eventi imperdibili del Festival del Cinema 2022

The Whale, il film teatrale di Darren Aronofsky commuove Venezia: trama e trailer

Sceneggiato sulla base del testo teatrale di Samuel D.HunterThe Whale non è solo l’ennesima storia strappalacrime di un emarginato. Commovente e appassionante, il film diretto da Darren Aronofsky è un inno alla diversità, alla tolleranza e al perdono. Ben lontano dalla semplicistica divisione tra buoni e cattivi, infatti, il film porta in scena personaggi grigi, dotati di infinite sfumature e per questo incredibilmente realistici. Primo tra tutti il protagonista, Charlie “The Whale” (Brendan Fraser).

Professore di inglese di quasi 300 kg confinato da anni nel suo minuscolo appartamento, Charlie è ormai un reietto. Dopo aver tentato per anni di autodistruggersi (a causa della scomparsa dell’uomo che amava), però, la condanna a una morte ormai prossima lo scuote dal torpore e lo spinge a riallacciare i rapporti con la figlia, abbandonata anni prima. Ellie (Sadie Sink) diventerà così l’ancora della sua rinascita, il faro che lo guiderà nella settimana che il film The Whale mette in scena con sapiente realismo.

Un film sorprendente, drammatico e senza dubbio emozionante. A dimostrarlo, c’è l’incredibile standing ovation con cui il film è stato accolto al Festival del Cinema di Venezia nelle scorse ore. Ecco il trailer del film.

Un casting lungo 10 anni: The Whale punta al Leone d’Oro a Venezia 79

Reduce della vittoria del Leone d’Oro per The Wrestler (2008), con The Whale Darren Aronofsky sembra essere sulla buona strada per aggiungere un nuovo trofeo alla sua collezione. Dopo aver assistito al debutto del film a Venezia 79, infatti, sono in molti a subodorare un altro successo per il regista di The Fountain (2006), Il Cigno nero (2010) e Madre! (2017), oltre che una possibilissima nomination all’Oscar per Brendan Fraser.

Dopotutto, un riconoscimento sarebbe meritato anche solo per l’incredibile lavoro di pre-produzione che si cela dietro The Whale. Una volta deciso di adattare il testo di Samuel D.Hunter al grande schermo, infatti, al regista sono voluti quasi dieci anni per la selezione del cast di The Whale. «La grande sfida di questo progetto era il casting», ha infatti confidato Aronofsky. «Mi piaceva il materiale ma avevo parlato con ogni tipo di attore, con ogni star del pianeta e non ero riuscito a trovare un attore adatto a essere Charlie. Poi non so neanche perché stavo vedendo il trailer di un piccolo film brasiliano dove Brendan Fraser aveva piccolo ruolo, ho avuto un’illuminazione».

Tra gli altri membri del cast di The Whale, invece, ricordiamo:

  • Brendan Fraser – Charlie
  • Sadie Sink – Ellie, la figlia di Charlie
  • Hong Chau – Liz, sorella del grande amore di Charlie, ormai scomparso
  • Samantha Morton – Mary, la sua ex moglie
  • Ty Simpkins – Thomas, giovane missionario che vorrebbe aiutarlo
  • Sathya Sridharan – Fattorino della pizza
the whale brendan fraser
Il cast di The Whale sul red carpet di Venezia 79

The Whale segna la rinascita di Brendan Fraser: la malattia, l’aumento di peso e i prossimi progetti

Una scelta coraggiosa, quella di Freser come protagonista, considerato che l’attore statunitense era lontano dai riflettori ormai da anni. Pare infatti che Brendan Fraser si sia appena lasciato alle spalle un periodo di profonda crisi che lo ha tenuto a lungo lontano dalle scene, inducendo il pubblico a pensare che fosse alle prese con una malattia. Voci rianimate, poi, dalla sua apparizione pubblica sul red carpet del film No Sudden Move, dove l’attore si è mostrato incredibilmente ingrassato e invecchiato.

In realtà, sembra che il clamoroso aumento di peso di Brendan Fraser fosse dovuto in gran parte alla preparazione per The Whale. Ciò non toglie, però, che il film di Aronofsky sia per Fraser una vera e propria occasione di rinascita. Reduce di un periodo di profonda crisi personale, dovuto soprattutto ai danni fisici che anni di action movie hanno inflitto al suo corpo, infatti, Fraser è finalmente pronto a tornare in sella. Ed è forse proprio questa volontà di rivalsa che lo rende perfetto per interpretare Charlie. Un uomo piegato dalla vita, che fa di tutto per rimettersi in piedi.

Leggi anche:

Bones and All, il film di Luca Guadagnino debutta oggi a Venezia 79: nel cast Timothée Chalamet e Taylor Russell

Mostra del Cinema di Venezia 2022: ecco quali sono i look del red carpet inaugurale

Mostra del Cinema di Venezia 2022: ecco quali sono i look del red carpet inaugurale

Editor: Valentina Baraldi

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *