Ucraina assediata
NEWS

Ucraina assediata dai Russi, arrivano le prove dall’Usa

L’Ucraina assediata dai russi, i documenti di intelligence sulla strategia del Cremlino dicono: “Invasione a gennaio 2022 con 175mila uomini”. Pronta anche la presa di Kiev con una manovra a tenaglia. Martedì la videoconferenza Biden-Putin

Ucraina assediato, ecco il piano

Assediare l’Ucraina con un’armata di 175mila soldati, tra fine gennaio e inizio febbraio, è questo il piano.

Ci sta lavorando  il presidente russo Vladimir Putin, secondo informazioni dell’intelligence americana pubblicate dal Washington Post e dalla Bild, con tanto di foto satellitari dei reparti già schierati e dettagli dell’avanzata. La decisione di attaccare non è ancora stata presa, ma tutti gli elementi sono in movimento per poter dare l’ordine in ogni istante.

Così si spiega l’allarme che Washington lancia da settimane e sarà al centro della telefonata tra Biden e Putin in programma martedì. Può darsi che il Cremlino voglia solo intimidire Kiev e ottenere dagli occidentali la garanzia che non entrerà nella Nato, ma visto quanto successe nel 2014 non è escluso che scatti l’aggressione, se non altro per creare un corridoio via terra con la Crimea.

Secondo una fonte Usa citata dal Post,

I piani russi prevedono un’offensiva militare contro l’Ucraina all’inizio del 2022, con una scala di forze doppia rispetto a quella vista nelle esercitazioni ai confini. L’operazione prevede il movimento di 100 battaglioni con 175mila soldati, più mezzi corazzati, artiglieria ed equipaggiamento.

Di questi reparti 70mila uomini sono già schierati, dimostrano le foto satellitari di Yelnja, Boyevo, Persianovka e Novoozernoye.

L’Ucraina assediata, non si hanno ancora certezze definitive sul piano; secondo altre fonti se la Russia dovesse entrare, lo farebbe sferrando un attacco simultaneo dal Nord della Crimea, attraverso le aree dei separatisti a Est e a Nord, oppure a  Est di Odessa, tra le città di Fontanka e Koblewe.

La presa dell’Ucraina, seconda fase del piano

Nella seconda fase aerei e razzi colpirebbero obiettivi strategici per indebolire la capacità di reazione dell’Ucraina. A quel punto i panzer russi attraverserebbero il Paese per conquistare città come Dnipro e Poltava. L’Ucraina verrà assediata tagliando viveri, elettricità, gas nelle città. Il calcolo di Putin, ha spiegato una fonte militare a Bild, è che “dopo due settimane gli abitanti accoglierebbero i russi come salvatori”.

In una terza fase l’esercito di Mosca avanzerebbe da Nord direttamente su Kiev. Siccome non è chiaro se il dittatore bielorusso Aleksandr Lukashenko aiuterebbe Putin, in caso affermativo la fase tre potrebbe anche diventare la fase uno. Con l’aiuto di Minsk Putin strangolerebbe Kiev da Nord e Nordovest, in un movimento a tenaglia. “Poi aspetterebbe la capitolazione”.

Washington ha lanciato l’allarme prima che sia troppo tardi. Biden ha spiegato:

Quello che sto facendo, è mettere insieme la serie di iniziative più completa per rendere molto, molto difficile per Putin andare avanti e fare ciò che le persone sono preoccupate possa fare. se questo è necessario per fermare il piano lo capirò nella chiamata di martedì.

Leggi anche:

Biden: nuove strette Covid sui viaggi verso gli Stati Uniti, obbligo di test 24 ore dalla partenza

USA Kamala Harris: una vicepresidente mediocre. Ora anche la sua portavoce lascia la Casa Bianca

Variante Omicron negli Usa: per Fauci potrebbe essere già arrivata negli States

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.