putin colpo di stato
News

Un colpo di stato contro Putin è l’unica soluzione verso la pace? L’ipotesi si fa strada

Putin: solo un colpo di stato potrebbe fermare la guerra?

L’appello dello stesso Vladimir Putin agli Ucraini di attuare un colpo di stato contro il governo di Zelensky potrebbe ritorcersi contro di sé. L’invasione dell’Ucraina, secondo alcune fonti militari, sarebbe costata già oltre 10mila morti alla Russia. Una cifra che conferma le difficoltà riscontrare dall’esercito del Cremlino.

Per non parlare dello spaventoso e rapido crollo dell’economia russa, messa KO dopo le sanzioni internazionali. In Europa e nel mondo viene sempre più discussa la caduta di Putin come unica soluzione per arrivare alla pace.

Ma i cittadini russi saranno disposti a un simile gesto?

putin colpo di stato

Colpo di stato contro Putin, un’ipotesi possibile

La linea d’attacco dei comandi russi si sta facendo sempre più brutale e, cosa gravissima, meno attenta ai costi civili dei numerosi bombardamenti. Putin ora vuole la conquista di Kiev, e la vuole al più presto.

Il sottosegretario agli Esteri britannico, James Cleverly, ha di fatto lanciato un appello a favore del golpe. «I suoi leader militari sanno che Putin è sempre più illogico, i generali russi hanno i mezzi per farlo cadere e noi gli chiediamo di agire».

Ci sono tre fattori che rendono meno fantascientifica questa ipotesi, che fino a una settimana fa non veniva neanche tenuta in considerazione. Innanzitutto, la guerra non sta più andando come Putin l’aveva prevista. Inoltre, la reazione internazionale e ucraina è molto forte, unita e duratura. Ultimo, ma non ultimo, i Russi stanno reagendo dall’interno e questo è un elemento più che rilevante.

Le conseguenze economiche sono disastrose e le condanne alla guerra crescono sempre di più. Un sondaggio di un istituto indipendente moscovita ha rilevato che solo il 45% della popolazione appoggia l’invasione dell’Ucraina. Con il passare del tempo, e con l’aumentare delle brutalità, è probabile che sempre più ministri, oligarchi, consiglieri e businessmen legati al Cremlino si uniscano al dissenso. La solitudine potrebbe prima o poi ritorcersi contro Putin, lasciandolo a corto di alleati o complici.

putin colpo di stato

Putin, il colpo di stato che potrebbe partire dal basso

Certo, secondo gli esperti Putin al momento ha ancora il pieno controllo di tutte le leve del potere. Anzi, è sostenuto da uno zoccolo duro dell’opinione pubblica che lo sostiene nelle sue scelte. Nessuno, tuttavia, nega che si stiano facendo sentire i primi scricchiolii tra le mura del Cremlino. Qualcosa si sta muovendo dentro un enorme Paese che percepisce sempre maggiori incertezza, difficoltà economiche e isolamento dal mondo.

Le manifestazioni spontanee contro la guerra hanno portato a 6mila arresti. Sono le prese di posizione pacifiste, le petizioni e lettere aperte contro la guerra. Ma anche i migliaia di post sui social network che invitano a cessare il conflitto.

A contare potrebbe essere sicuramente lo scontento dell’élite russa, che con i suoi collegamenti politici potrebbe mettere addosso a Putin una forte pressone. Ma questo non potrebbe accadere sicuramente nel breve periodo.

Leggi anche:

Mario Draghi oscurato dagli altri Paesi nella guerra Russia-Ucraina

Colloqui Russia e Ucraina: i risultati e i punti emersi, necessario arrivare subito alla pace

Putin deve prepararsi a perdere la guerra contro un paese forte come l’Ucraina

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *