Arte

WILLIAM KENTRIDGE: TRIONFI E LAMENTI DI ROMA

 

 

Dal Tevere al Macro, William Kentridge arriva nella Capitale con Triumphs and Laments: a project for RomeUn progetto che vede l’artista sudafricano, noto per i suoi disegni, incisioni e film d’animazione ambientati in zone industriali e minerarie di Johannesburg, emblema di abusi ed ingiustizie. Nel suo lavoro unisce politica e poetica trattando argomenti come l’apartheid, il colonialismo e il totalitarismo, in cui non mancano parti oniriche, sfumature liriche o pezzi comici.

L’esposizione al 138 di via Nizza a cura di Federica Pirani e Claudio Crescentini, occupa le due project room del museo con oltre ottanta opere: disegni a inchiostro e pastelli inediti. Oltre a bozzetti a carboncino e ritagli di figure e oggetti che anticipano il lavoro che William Kentridge ha ideato per i muraglioni del Tevere, da Ponte Sisto a Ponte Mazzini. Un fregio lungo cinquecento metri e alto dieci, aperto al pubblico nella giornata di ieri con un’inaugurazione che si protrarrà anche nella giornata di oggi, con performance danzanti e processioni musicali realizzate in collaborazione con il compositore Philip Miller. L’immensa istallazione realizzata a voluta dall’associazione TEVERETERNO è il progetto più ambizioso realizzato dal disegnatore sudafricano sotto la direzione artistica di Kristin Jones.

Qui si mescolano diverse storie, vittorie e sconfitte della Capitale: dall’iconografia dell’arte antica romana alla struggente vicenda di Santa Teresa d’Avilia fino a un omaggio alla morte di Pier Paolo Pasolini, poeta e intellettuale amato da Kentridge. Il fregio, realizzato con un tecnica già utilizzata dalla Jones per il suo She-Wolves del 2005 prevede l’applicazione di stencils temporanei sul travertino e l’utilizzo di acqua calda ad alta pressione per lavar via la patina biologica.

Un’arte temporanea, poiché le figure di Triumphs and Laments emerse sulla pietra, saranno riassorbite da questa. Personaggi che hanno fatto la storia di Roma riemergeranno per scomparire ancora una volta secondo le leggi delle scorrere del tempo.

 

William Kentridge. Triumphs and Laments: a project for Rome
Fino al 2 Ottobre al Macro

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!