Mame Moda Chloé SS19 la nomade dea greca. Abito chitone
Moda

CHLOÉ SS19, UNA NOMADE DEA GRECA

Attraversa il deserto la nomade greca di Chloé

Una collezione indigena ma che strizza l’occhio anche alle bellezze pagane: Chloé ci conduce in un viaggio atemporale percorso da aridi deserti e femminilità contenuta.

Natacha Ramsa-Levy, designer della griffe francese, adopera tutti i codici estetici della maison che ha fatto, della femminilità nomade, la sua firma in ogni progetto creativo.

Mame Moda Chloé SS19 la nomade dea greca. Abiti foulard
Il nomadismo di Chloé con abiti foulard

In tal senso, la primavera/estate 2019 del marchio si avvicina al nomadismo delle tribù africane ma lo fa adottando una “severità” estetica condotta da abiti a maglia e lunghi pantaloni.

Misteriosa. L’allure di questa collezione, che ricorda le tonalità safari del deserto e le intense sfumature del tramonto, è seriosa ma ovattata.

Gli abiti sono fluidi nella loro seta stampa foulard. Ancheggiano sicure le modelle indossando mini abiti leggeri che lasciano le maxi collane accarezzare il decolté.

La donna Chloé come una dea romana.

Mame Moda Chloé SS19 la nomade dea greca. Abiti pietre cabochon
Deattgli di pietre cabochon sugli abiti

A piedi nudi avanza la dea pagana nel deserto. Fluttua la seta plissettata tra le onde della sabbia tracciate da vento.

Lunghi abiti si avvicendano alle gloriose vestigia greche con un abito chitone con l’apoptygma che scende in appiombo.

Ma la valchiria ellenica indossa anche abiti da vera amazzone indossa una protezione in pelle scalfita da importanti pietre colorate.

La nomade di Chloé viaggia nella cura dei dettagli la cui vera preziosità risiede nell’animo della donna.

 

 

Scopri anche

Dries van Noten  SS 19 libera di fluire

Gucci  SS nel regno della trasgressione

 

La voce Chloé è consultabile sul Dizionario della Moda di MAM-e.it

Fino all’incontro decisivo con Lagerfeld, che diventa l’unico creatore (’66-83). Il suo stile audace, ironico, talora esasperato, sempre sorprendente, la cura dell’accessorio nella creazione in proprio di bottoni, bijoux, cappelli, il tono inedito delle sfilate, determinarono il successo internazionale di Chloé e del suo gusto giovane ma sofisticato, di aggressiva femminilità. Nell’ultimo scorcio degli anni ’90, è Stella McCartney, la figlia del Beatles Paul, la stilista della griffe. “

READ MORE

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!