coronavirus italia mondo
NEWS

CORONAVIRUS: I CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO

Coronavirus e il numero dei contagi nel Mondo e in Italia

In Italia il numero dei contagi da coronavirus aumenta a vista d’occhio

I casi nel mondo

110mila persone nel mondo. Il numero di morti ammonta a 3.831, mentre i guariti sono 62.302. È possibile essere aggiornati in tempo reale con tutti i casi di contagio da Coronavirus registrati nel mondo. Italia compresa. I dati sono stati ripostati su una mappa della Johns Hopkins University e può essere consultata facendo click qui .

Aumenta il numero dei contagiati anche in Francia, dove ormai si è superata la soglia dei mille, e in Germania, dove è confermata la presenza di 902 casi. In Corea del Sud sembrava stesse rallentando il numero di contagi, invece, con l’ultimo aggiornamento, ha nuovamente superato l’Italia nella classifica che conteggia i contagi. Il numero di contagiati in America supera i 500 e molti sono anche i politici in autoisolamento. Tra questi Ted Cruz (Texas) e  Paul A. Gosar (Arizona) perché a febbraio hanno partecipato alla Conservative Political Action Conference, dove un partecipante è risultato positivo ai test.

Prima vittima del coronavirus anche in Africa, più precisamente in Egitto, nella Hurghada, sul Mar Rosso. Si tratta di un turista tedesco di 60 anni.

Il numero di casi in Italia

Il numero di contagi da coronavirus è aumentato nell’arco di 24 ore portando l’Italia a raggiungere nella notte il secondo posto nel numero di vittime e contagiati e il terzo in mattinata. Con 366 decessi e 7.375 contagiati, l’Italia è uno dei Paesi più colpiti dopo la Cina che conta 67mila contagiati e 3mila morti.

Giovanni Rezza, direttore del dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità

Giovanni Rezza, il direttore del dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) si è espresso sulla situazione in Italia. Ha infatti affermato che è di fondamentale importanza seguire le misure diramate dal governo nel decreto coronavirus dell’8 marzo. Rezza ha affermato che questa infezione di per sé è abbastanza asintomatica o comunque presenta pochi sintomi, la cosa fondamentale è che non corra troppo perchè si potrebbe rischiare la paralisi degli ospedali. Ha inoltre aggiunto che nel caso del Covid-19 non si tratta di una semplice influenza.

Pena per chi viola la quarantena

Il governo nell’ultimo decreto ha deciso di chiudere la Lombardia e altre 14 province zona rossa alla circolazione delle persone fisiche. Ci sono state grandi polemiche per l’esodo di cittadini dalle zone in quarantena nella notte tra il 7 e l’8 marzo che si sono recate alla stazione di Milano Garibaldi e hanno preso d’assalto l’ultimo treno disponibile. In merito alla quarantena imposta alle zone sopra riportate, verranno presi seri provvedimenti di scappare. Chi viola le misure di  contenimento per arginare questa emergenza rischia di incorrere nel reato del 650 del codice penale. Questo prevede l’arresto fino a tre mesi e la multa fino a 216 euro.

LEGGI ANCHE:

https://www.mam-e.it/news-selezionate/coronavirus-10-domande-e-risposte/

https://www.mam-e.it/editoriali/italia-gravemente-impreparata-al-coronavirus/

https://www.mam-e.it/moda/armani-donazione-coronavirus-da-1250-mln/

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.