Nadine Gordimer
Attualità,  Libri

Nadine Gordimer, oggi fa gli anni la scrittrice premio Nobel

Oggi avrebbe compiuto 98 anni Nadine Gordimer, la scrittrice premio Nobel Sudafricana

Nadine Gordimer è una scrittrice Sudafricana, autrice di numerosi romanzi e saggi, e vincitrice del premio nobel nel 1991. Oggi avrebbe compiuto 98 anni.

nadine gordimer
Nadine Gordimer, la scrittrice sudafricana vincitrice del premio Nobel per la letteratura nel 1991.

Chi è Nadine Gordimer

La scrittrice Nadine Gordimer nasce il 20 novembre 1923 presso Springs, centro minerario nell’area urbana a est (East Rand) di Johannesburg (Sudafrica), nella provincia del Gauteng. I genitori Isidore e Nan Gordimer sono entrambi immigrati ebrei: il padre si era trasferito in Sudafrica dalla Lettonia, la madre da Londra.

Durante la gioventù riceve dai genitori un’educazione di stampo cattolico; fin da giovanissima ha modo di confrontarsi con la società che la circonda, e di scoprire il razzismo che separa la sua terra.

Nadine si iscrive alla University of Witwatersrand dove segue i corsi del primo anno, ma interrompe il suo percorso senza ottenere alcun attestato. All’interno di questo ambiente ha modo di confrontarsi ancora di più con le pratiche di segregazione razziale, agli albori di una società distrutta dall’apartheid. In questo periodo oltre che conoscere musicisti, giornalisti e aspiranti scrittori neri, si avvicina all’African National Congress, iniziando così la sua personale lotta contro la segregazione razziale.

Nel 1954 sposa in seconde nozze Reinhold Cassirer, commerciante d’arte molto rispettato che aveva fondato la sede sudafricana di Sotheby’s e aperto in seguito una propria galleria. Nel 1955 nasce il figlio Hugo. Il matrimonio dura fino alla morte di lui, avvenuta nel 2001 e causata da un enfisema.

Negli anni ’60 e ’70 insegna in alcune Università degli Stati Uniti, e  muore a Johannesburg il 13 Luglio 2014, all’età di 90 anni.

Una vita dedicata alla scrittura e a un ideale

Nadine Gordimer dal punto di vista della narrativa è un autodidatta: si forma principalmente leggendo e studiando Checov e Proust.

Nadine Gordimer si batte affinché il Sudafrica riesamini e ritratti la pluridecennale politica di apartheid. Le questione della segregazione razziale le stava troppo a cuore infatti gran parte delle sue opere affrontano proprio la questione delle tensioni morali e psicologiche dovute alla segregazione razziale in atto nel suo Sudafrica. La tematica era talmente delicata, che tre dei sui libri vengono messi al bando dalla censura sudafricana.

La scrittrice ha anche aiutato Mandela a modificare il suo famoso discorso Sono pronto a morire, pronunciato dal banco degli imputati al processo. Quando Mandela fu rilasciato dal carcere nel 1990, fu una delle prime persone che voleva vedere.

Tra i successi totalizzati nella sua carriera vediamo:

Nadine Gordimer
5 libri di Nadine Gordimer che consigliamo di leggere.

5 Libri da leggere di Nadine Gordimer:

  • The lying daysil primo romanzo pubblicato dall’autrice nel 1953. Racconta la storia di Helen Shaw, figlia di genitori bianchi della classe media di una piccola città mineraria del Sudafrica. Man mano che Helen diventa maggiorenne, cresce anche la sua consapevolezza della vita africana intorno a lei. Il suo coinvolgimento, come studentessa bohémien, con giovani neri la conduce in complesse relazioni di emozione e azione in una cultura del dissenso.
  • Il conservatore, Vincitore del Man Booker Prize 1974. Racconta la storia di un bianco sudafricano soddisfatto di sé e della propria ricchezza, anche se in fondo si comporta da colonialista, che per senso di superiorità razziale e sociale non si preoccupa di chi stia peggio. Da buon conservatore ama le sicurezze derivanti dalla natura e dalla terra, come dal sistema dell’apartheid.
  • Sveglia, 2006. Paul Bannerman, trentacinquenne direttore di un’associazione ambientalista sudafricana, crede di avere l’assoluto controllo sulla propria vita. La sua esistenza cambia radicalmente quando gli viene diagnosticato un cancro alla tiroide. Gli prescrivono un trattamento che lo fa diventare radioattivo e quindi potenzialmente pericoloso per gli altri.
  • Ora o mai più, 2012. Lei nera, zulu, cresciuta in un villaggio tribale, lui bianco di famiglia benestante, Jabu e Steve abbracciano la differenza e si sposano quando ancora i matrimoni misti sono illegali. Ma come riconciliare l’esperienza di una normalità prima impensabile con la realtà di una giovanissima democrazia afflitta da povertà, violenza, tensioni sociali e già inquinata da corruzione, scandali e giochi di potere?
  • Racconti di una vita, 2014. Diciassette storie scritte tra il 1952 e il 2007 di cui cinque decadi di racconti inediti in Italia. Gordimer disegna la geografia delle relazioni umane con un acume psicologico affilatissimo e una sorprendente mancanza di sentimentalismo.

Leggi anche:

Morto Wilbur Smith, il 25 Novembre uscirà il suo ultimo libro

I libri di Wilbur Smith da leggere e il suo testamento ambientale

I Am All Girls: la trama del film Netflix nel Sudafrica dell’Apartheid

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *