Dizionario Arte

Azionismo Viennese

Azionismo Viennese . Nome che definisce un gruppo di artisti austriaci del filone della performance, che lavorarono insieme negli anni Sessanta del Novecento e costituirono la tendenza più molesta e sadomasochistica del genere. I tre membri principali del gruppo furono Gunter Brus (1938), Otto Muehl (1925) e Hermann Nitsch (1938), che iniziarono a collaborare nel 1961 e nel 1966 presero a chiamarsi Institut für Direkte Kunst (Istituto per l’Arte Immediata).

Tra gli altri che si associarono al gruppo dell’Azionismo Viennese figura Rudolf Schwarzkogler. All’inizio questi artisti si diedero a lavori di assemblage e opere ispirate all’ action painting, ma in seguito si mossero verso performance deliberatamente estreme e provocatorie, che di solito prevedevano sostanze quali sangue ed escrementi e spesso performer nudi.

I titoli di alcune delle ‘azioni’ di Muehl danno un’idea dei loro contenuti: ‘Penis Action’ (‘azione del pene’, 1963); ‘Christmas Action: A Pig is Slaughtered in Bed’ (‘azione di Natale: un maiale viene sgozzato nel letto’, 1969); ‘Action with Goose’ (‘azione con oca’, 1971). Spesso Muehl si sottopose a degradazioni e umiliazioni, come in ‘Libi’ (1969), in cui un uovo rotto veniva fatto colare nella sua bocca dalla vagina di una donna mestruata.

In diverse occasioni questo genere di performance portò all’arresto dei partecipanti. Nitsch fu il principale portavoce del gruppo: affermava che azioni di questo tipo potevano portare alla liberazione dalla violenza attraverso la catarsi.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!