regole per rientro in italia
NEWS

Covid: tutte le nuove regole per il rientro in Italia, tra tamponi e quarantena

Quali sono le regole per il rientro in Italia?

Tornare nel nostro Paese dopo un viaggio all’estero in questi giorni può diventare un problema. Sono aumentate in questo periodo le disdette sui voli e i viaggi all’estero a causa dell’aumento dei casi Covid. Inoltre, con il nuovo decreto sono cambiate le regole per il rientro in Italia.

Il decreto legge pubblicato il 24 dicembre in Gazzetta Ufficiale ha introdotto delle nuove misure per l’ingresso nel nostro Paese, anche per i turisti che tornano dopo pochi giorni. A stabilirlo è un’ordinanza firmata dal Ministro della Salute Roberto Speranza e condivisa dal Ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Le regole previste, salvo future modifiche, resteranno in vigore fino al 31 gennaio 2022.

Ecco cosa si prevede nel nuovo decreto per chi rientra in Italia.

Regole per il rientro in Italia: tutto quello da sapere

I cittadini Ue non vaccinati che arrivano in Italia avranno l’obbligo di quarantena per 5 giorni, unitamente al test antigenico nelle 24 ore precedenti all’ingresso, o un molecolare nelle 48 ore precedenti. Chi è vaccinato deve sottoporsi al test, rapido o molecolare, prima di rientrare nel Paese. Per tutti è obbligatoria la compilazione del Passenger Locator Form (Plf).

Regole diverse per chi rientra da Paesi extra Ue. I cittadini non vaccinati devono sottoporsi a una quarantena di 10 giorni. Chi è vaccinato, invece, deve effettuare un test molecolare nelle 72 ore precedenti all’arrivo o un rapido nelle 24 ore precedenti. Per chi arriva da Gran Bretagna e Irlanda del Nord, il molecolare va effettuato nelle 48 ore precedenti.

regole per rientro in italia

Viene data la possibilità di viaggiare all’estero in sicurezza attraverso i corridoi Covid Free. Verso Aruba, Mauritius, Seychelles, Maldive, Repubblica Dominicana e Egitto. Mentre fino al 31 gennaio è vietato l’ingresso in Italia per chi arriva da Sudafrica, Botswana, Lesotho, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Eswatini e Malawi. I cittadini italiani possono rientrare ma con obbligo di molecolare nelle 72 ore precedenti all’ingresso e poi una quarantena di 10 giorni.

Le nuove regole introdotte per il rientro in Italia

Il nuovo decreto legge prevede che le spese relative all’isolamento fiduciario, in caso di positività ai test anti-Covid, siano totalmente a carico dei viaggiatori che arrivano in Italia. Questa regola non era prevista nella bozza esaminata in Consiglio dei Ministri. La misura si applica per dieci giorni e, qualora necessario, presso i Covid Hotel previa comunicazione al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio.

Dopo queste nuove disposizioni, molti Italiani hanno iniziato a rinunciare ai viaggi all’estero. Si teme, infatti, che una positività accertata proprio pochi giorni prima del rientro in Italia possa prolungare la permanenza all’estero causando ulteriori esborsi di denaro.

Già dieci giorni fa il Governo di Draghi aveva voluto introdurre regole più rigide per il rientro in Italia. Una stretta che lo stesso Premier ha ritenuto necessaria per cercare di arginare la salita dei contagi causati dalla variante Omicron.

 

Leggi anche:

Covid inarrestabile in Italia, previsto picco di 100mila casi a gennaio: milioni di Italiani in quarantena

Chiara Ferragni e Fedez hanno contratto il covid: l’annuncio su Instagram

Jovanotti positivo al Covid: lo fa sapere sui social “Buongiorno da me e dal mio virus”

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.