covid quarta dose
News

Covid: verso la quarta dose di vaccino, l’Israele farà da apripista. E in Italia quando?

Al via con la quarta dose di vaccino contro il Covid: l’Israele è il primo Paese

Covid: Israele sarà il primo Paese al mondo a somministrare ai suoi cittadini la quarta dose di vaccino per fermare l’aumento dei nuovi contagi. Lo era stato con le mascherine, con la terza dose e con il mix di vaccini. Israele si conferma il capofila mondiale in termini di decisioni in tempo di pandemia.

Ad annunciare questa decisione è stato il Primo Ministro Naftali Bennett. Per ora il secondo booster è destinato agli over 60, agli operatori sanitari e alle persone immunodepresse (con un sistema immunitario meno efficiente).

La somministrazione avrà inizio la prossima settimana anche senza appuntamento.

covid quarta dose
Naftali Bennet, Premier israeliano

Covid: Israele verso la quarta dose ma pochi vaccinati

In Israele il Premier di Stato ha accolto la raccomandazione arrivata da un panel di esperti. L’ordine alle autorità sanitarie è stato quello di preparare una campagna di distribuzione dei vaccini. Secondo le raccomandazioni, la quarta dose potrà essere offerta almeno dopo quattro mesi dalla somministrazione della terza.

Nel Paese, intanto, c’è la grande incognita Omicron e soprattutto l’aumento di contagi tra i vaccinati. Nadav Davidovitch, epidemiologo all’Università Ben-Gurion e consulente del Ministero della Sanità, ha spiegato che sta avvenendo una diminuzione della protezione data dagli anticorpi.

Al momento in Israele si contano 4,2 milioni di vaccinati con la terza dose. Su una popolazione di oltre 9 milioni di abitanti, questo numero è considerato insufficiente per contrastare la variante Omicron. Infatti, sono molte le esitazioni verso i vaccini anti-Covid da parte delle comunità arabe e ultra ortodosse.

Quarta dose anti-Covid: anche la Germania in questa direzione

Omicron fa paura all’Europa, che è sempre più spinta a guardare verso l’esempio di Israele. A muoversi in questa direzione è la Germania, che ha registrato in questi giorni il primo caso Omicron all’interno del Parlamento.

Il Ministro della Salute tedesco, Karl Lauterbach, ha dichiarato che sarà molto probabile la necessità di una quarta vaccinazione. Non è ancora chiaro quanto il booster protegga dalla nuova variante, ma nel frattempo il governo ha ordinato 80 milioni di dosi Pfizer riadattato a Omicron. Queste saranno disponibili a parte da aprile e maggio.

covid quarta dose

Quando in Italia la quarta dose contro il Covid?

E in Italia? Il virologo docente alla Statale di Milano, Fabrizio Pregliasco, ritiene che la vaccinazione anti-Covid acquisirà prima o poi uno schema, un piano annuale proprio come quella antinfluenzale. Ma «per ora non dovremmo aspettarci una quarta dose per tutti», ha affermato.

Sulla quarta dose, Arnaldo Caruso, presidente della Società italiana di virologia, ha sottolineato: «Con un virus così mutabile i vaccini perdono in fretta la loro efficacia. Per il nuovo richiamo, tra 4/6 mesi, serve un antidoto confezionato anche sulla variante Omicron». Secondo lui, senza un vaccino calibrato in questo modo, saremo costretti almeno a tre iniezioni all’anno. Cosa non sostenibile per il Paese.

 

Leggi anche:

Nuove regole covid: confermate in cabina di regia. Cosa cambia? Imperial college: “Meno ricoveri con Omicron ma corre più veloce

Negli Usa approvata la pillola Pfizer contro il Covid: come funziona e quando arriva in Europa?

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *