DUNKIRK-CINEMA-GUERRA-DI-NOLAN
Cinema,  Spettacolo

DUNKIRK E IL PERFEZIONISMO AL CINEMA: LA GUERRA DI NOLAN

Il regista americano presenta il suo ‘Dunkirk’ al festival CinemaCon, invocando il ritorno all’esperienza cinematografica autentica, al grande schermo, nell’era dei film visti sugli smartphone

Christopher Nolan ha fatto proiettare a Las Vegas, nel corso del festival cinematografico CinemaCon, un’anteprima del suo ultimo film, ‘Dunkirk’, in uscita nelle sale la prossima estate. ‘Dunkirk’ racconta una storia realmente accaduta, uno dei momenti più drammatici ed epici accaduti nel corso della Seconda Guerra Mondiale: l’operazione Dynamo, la miracolosa evacuazione navale effettuata  a Dunquerke, in Francia, dalle forze alleate (in particolare dai soldati britannici, belgi e francesi) tra fine maggio e i primi giorni di giugno del 1940. Circondati dai tedeschi e ormai apparentemente condannati, i soldati riuscirono a fuggire imbarcandosi in mezzi navali di ogni tipo, riuscendo così a raggiungere finalmente l’Inghilterra.

Il film, che conta nel cast la presenza di alcuni attori feticcio del regista come Tom Hardy, Cillian Murphy e, tra gli altri, Kenneth Branagh e Mark Rylance racconta, secondo le parole dello stesso regista: “uno dei momenti più importanti della storia umana. E’, in fondo, una storia di sopravvivenza. Il nemico ha ormai accerchiato l’esercito inglese che sembra non avere più scampo. Volevo far immergere completamente il pubblico nella storia”.

DOVE VEDERLO?

L’ambizione di Nolan lo accomuna a quella di Spielberg, alle straordinarie e violente immagini dello sbarco in Normandia de ‘Salvate il soldato Ryan: film le cui scene centrali sono nate e sono state immaginate per essere godute unicamente sul grande schermo. Vederle altrove (su schermo tv, pc o addirittura smartphone) sarebbe sminuente, svilente, una forma di ‘tradimento’ dello spettatore alle intenzioni dell’artista? Questa l’opinione di Nolan: “la cosa più importante da dire è che questa storia trascina in situazioni emotivamente forti che permettono allo spettatore di vivere dentro gli eventi raccontati, e l’unico modo per farlo è vivere quest’esperienza direttamente al cinema”.

Per rendere indimenticabile l’esperienza visiva nei cinema, Nolan ha utilizzato pellicole 70mm, 35mm  DCPs (Digital Cinema Packages) e camere IMAX (un sistema di proiezione ad altissima risoluzione) come già accaduto nel ‘Il cavaliere oscuro’.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!