Hermès Milano
Moda

Hermès rinnova il suo amore per Milano

Hermès nel cuore di Milano, una nuova luce per il flagship store in Via Montenapoleone 12

Nel cuore del Quadrilatero della Moda, in Via Montenapoleone 12, rinnova le sue vesti il flagship store di Hermès. Un amore, quello tra Milano e la maison francese, che nasce nel 1987 quando Hermès, nell’anno del suo 150° anniversario, fonda la sua filiale italiana e apre il primo negozio a Milano in Via Sant’Andrea. Nel 2013 la sede si sposta nel Palazzo neoclassico di Via Montenapoleone che riapre ora dopo mesi di restauro. Progettato dallo studio di architettura RDAI, che si occupa di progettare tutti gli store Hermès, si presenta come un dialogo tra Parigi e Milano. Gli interni che ricordano lo spirito della storica sede parigina di 24 Faubourg inseriti all’interno di un’architettura tipicamente Milanese.

Hermès

Hermès Milano

Hermès e il nuovo flagship di Via Montenapoleone 12 Milano

950 metri quadrati, una superficie raddoppiata distribuita su tre piani, collegati da un imponente scalinata in marmo rosa, con parapetto in bronzo e corrimano in pelle. E poi gli archi che accompagnano i visitatori tra gli spazi della boutique, le vetrate caleidoscopiche e i tappeti realizzati ad hoc da manifatture italiane. Uno spazio luminoso creato ad hoc per immergersi nell’ethos della maison, un mondo fatto di ricerca dei materiali, qualità e savoir-faire.

Store Hermès

Lo store si divide in diverse sezioni, al primo piano uno spazio dedicato alla seta femminile e agli accessori da uomo, si prosegue poi con i profumi, ospitati in una piccola corte dai muri decorati a stucco. Al primo piano la collezione di pelletteria, protagoniste le iconiche borse Birkin e Kelly, e la linea pret maschile. Si giunge poi al secondo piano che accoglie la linea Hermès Maison, la linea femminile e la gioielleria. Poi l’ultimo piano, con l’atelier che ospita un artigiano della pelle e la sartoria.

Hermès Milano

Non solo moda nello store Hermès

Ma lo store Hermès di Via Montenapoleone non è solo scrigno della moda. Al suo interno è possibile godere di oggetti inediti, quadri, stampe e sculture. Memorabilia equestri che raccontano l’heritage della maison, la stampa dell’artista francese Nathalie Du Pasquier, il dipinto di Milvia Maglione, un disegno originale della pittrice Sonia Delaunay.

Altra opera d’arte le vetrine, progettate dal designer Luca Nichetto che ha rivisitato quattro favole in chiave surreale, interpretando il tema scelto dalla maison nel 2021: L’Odissea umana di Hermès. Ecco entrare nel palazzo di Via Montenapoleone 12 significa immergersi nella favola che iniziò nel 1837 in Rue Basse-du-Rempart a Parigi, la cui narrazione continua ancora oggi con la sesta generazione.

Leggi anche: 

Hermès alla Paris Fashion Week: un’eredità all’avanguardia

La storia dei Hermès nell’Enciclopedia della moda

Balenciaga torna all’alta moda: la street-couture di Demna omaggia Cristobal

NEWSLETTER

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!