fuorigioco semiautomatico
Sport

Il fuorigioco si evolve e diventa semiautomatico: come funziona e primi test in Qatar

FIFA, il fuorigioco semiautomatico come funziona? Parte la sperimentazione alla Coppa Araba in Qatar

FIFA, ha preso il via la nuova sperimentazione sul fuorigioco semiautomatico durante la Coppa Araba in Qatar: ma come funziona la nuova tecnologia che potrebbe essere utilizzata al Mondiale 2022?

Fuorigioco semiautomatico: obiettivo Mondiale 2022

Il mondo del calcio si appresta ad accogliere un’importante novità per quanto riguarda il suo regolamento: la FIFA ha annunciato l’avvio della sperimentazione riguardo al fuorigioco semiautomatico (“semi-automated offside”). Si tratta di una tecnologia che comunica con la sala Var ma non direttamente con l’arbitro in campo. Il 1° test ufficiale del fuorigioco semiautomatico ha avuto luogo con l’inizio della FIFA Arab Cup 2021, in programma dal 30 novembre al 18 dicembre. Se i test in Qatar daranno esito positivo, Pierluigi Collina (Chief Refereeing Officer della FIFA) ha intenzione di portare l’innovazione già al prossimo Mondiale 2022.

La tecnologia è molto importante e utile sia nella preparazione pre-partita che nel processo decisionale durante le partite. In caso di fuorigioco, la decisione viene presa dopo aver analizzato non solo la posizione dei giocatori ma anche il loro coinvolgimento nel movimento. La tecnologia – oggi o domani – può tracciare una linea ma la valutazione di un’interferenza con il gioco o con un avversario resta nelle mani dell’arbitro“, Collina

fuorigioco semiautomatico
Fuorigioco

Come funziona il fuorigioco semiautomatico?

Johannes Holzmuller, direttore della tecnologia e dell’innovazione nel calcio, ha spiegato nel dettaglio il modo in cui funzionerà il fuorigioco semiautomatico durante le partite:

Avremo una telecamera installata sotto il tetto di ogni stadio. I dati di tracciamento degli arti estratti dal video verranno inviati alle sale operative. La linea di fuorigioco calcolata e il punto di calcio rilevato saranno forniti quasi in tempo reale all’operatore del replay, che avrà quindi l’opportunità di mostrarli immediatamente al Var. Alla Coppa araba 2021 l’assistente Var, in una stazione di fuorigioco dedicata, potrà immediatamente convalidare e confermare le informazioni“.

Questo vuol dire che l’assistente VAR, o il VAR principale, saranno in grado di vedere quasi istantaneamente se un giocatore è in posizione di fuorigioco oppure no. Gli operatori al video dovrebbero quindi essere in grado di determinare molto rapidamente il ruolo del giocatore e informare gli arbitri in campo. In questo modo anche l’assistente di linea può alzare la bandierina per interrompere il gioco senza dover far scorrere il gioco per troppo tempo.

LEGGI ANCHE:

Salgono i contagi in Germania: Bayern Monaco-Barcellona si giocherà a porte chiuse

Champions League: storia del trofeo più importante dell’Europa calcistica

Pallone d’Oro 2021: il vincitore è ancora una volta Leo Messi

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione: info@mam-e.it

Editor: Marta Colletto

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *