Design

LA DESIGN WEEK 2016 MOLTO INTERNAZIONALE DI TORTONA

 

Design week 2016. Dagli anni ’90 sono le vie tra Parco Solari e la Stazione di Porta Genova a fare da spalla al Salone del Mobile con il Fuorisalone. Qui, nel distretto Tortona convergono arte, design e moda, si contaminano e si uniscono per rendere tutto davvero unico.

Le novità dell’edizione 2016

Come ogni anno molte le novità, in assoluto per questa edizione 2016, il nuovo spazio BASE Milano, polo di cultura e creatività ricavato dall’ex fabbrica Ansaldo, scelto come satellite della XXI Triennale 21st Century. Design after Design con Human CitiesLa mostra interattiva sul design urbano, nata da un progetto europeo del 2006 per esplorare il modo in cui gli abitanti si riappropriano della città contemporanea. Sempre in via Bergognone al 34 anche alcune collettive di designer emergenti, quali Designersblock, Connecting the Dots e il fablab milanese Opendot.

L’Opificio 31 ospita la mostra OO!China, un’esposizione tra arte e design cinese e le creazioni di Joost Van Veldhuizen, oggetti carichi di riferimenti religiosi per interrogare il pubblico sui rituali e le loro conseguenze sociali. Il brand Hilfiger Denim punta su un’installazione: una vera e propria isola di sabbia e piante tropicali a richiamo della campagna primavera estate 2016.

Presenti al Tortona Design Week molti designer internazionali: Marcel Wenders oltre al nuovo concept dedicato ai bambini, torna a curare l’allestimento di MOOOI; l’architetto e industrial design Naoto Fukasawa quello di Geoloxe e Maarten Baas con NEW!NOW!HERE, porta in scena un nuovo progetto artistico innovativo dove i confini del design saranno spinti fino al limite.

Gli olandesi di Linteloo lanciano una nuova serie di mobili in collaborazione con la rinomata firma internazionale Yabu Pushelberg!. Al Super Studio Più Gisella Borioli ripropone  per il secondo anno il format Superdesign Show con la direzione artistica di Carolina Nisivoccia, alla ricerca delle contaminazioni tra classico e avanguardia, tra industria e artigianato, tra tradizione e futuro, tra semplicità e meraviglia con la consapevolezza che ormai tutto è stato fatto e che che regole e barriere sono saltate. Laboratori workshop e lezioni dal vivo con Mario Cucinella Architects, che presenterà la sua scuola SOS-School of Sustainability. Debutta in Tortona Miele all’Emporio31 con The Invisible Kitchen, un progetto che racconta in maniera esperienziale la cucina come non si è ancora mai vista: un’installazione visionaria sul cambiamento del comportamento in cucina, sulla rivoluzione dell’intera esperienza di cottura. Essent’ial festeggia i dieci anni di attività riproponendo Sacchino F, vera star del brand, nuove le grafiche firmate da Matteo Ragni, Diego Grandi, Giulio Iacchetti e altri.

Il nhow Milano, in via Tortona 35 ospita future is show, una mostra che conferma lo spirito camaleontico dell’hotel, soprattutto durante il Salone. Mentre la Fondazione Ferré presenta Ivan Paradisi con una selezione di tavoli e scrivanie, fatti a mano nel suo laboratorio di Torino. Tutti pezzi unici realizzati ad intarsio seguendo il concetto della stratificazione e della curvatura. Da segnare in agenda, infine, la Open Night 14 aprile, fino alle h 24.00 Karim Rashid aspetta il grande pubblico per il suo dj-set all’Hotel Magna Pars Suite Milano.

Leggi anche:

Tortona Design Week 2021: gli eventi imperdibili

Il distretto delle 5VIE alla Design Week di Milano

Milano Design Week 2021: Quali sono le novità del Fuorisalone?

 

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!