Design: LABO.ART E LE SUE GIGANTESSE PER LA PRIMA VOLTA ALLA DESIGN WEEK
Design,  Milano,  Moda

LABO.ART E LE SUE GIGANTESSE PER LA PRIMA VOLTA ALLA DESIGN WEEK

Le Gigantesse di Labo.art, una singolare e sorprendente installazione per la mostra evento “Material Immaterial”.

Per la sua prima volta alla Design Week di Milano LABO.ART propone Le Gigantesse, due splendide e ciclopiche canèfore che vigileranno i portali dell’Università degli Studi di Milano dal 4 al 15 aprile 2017. Come solenni e nobili sacerdotesse si ergeranno a protezione di coloro che entreranno sostituendosi visivamente alle lesene delle arcate dei portali.

LABO.ART è l’assoluto interprete di queste sinuose e maliarde colonne femminili che rivisitano l’abito Matrigna, pezzo storico dell’archivio del brand con un equilibrio ed un’eleganza minimal pop molto glamour. Per la loro realizzazione Ludovica Diligu, designer e founder del brand ha appositamente selezionato un duttile jersey di cotone tinto nelle colorazioni “Royal Blue” e “Lemon”, le cromie top glam delle collezioni Spring/Summer e Fall/Winter 2017/18.

Queste conturbanti e ciclopiche cariatidi sono l’esito della collaborazione della Diligu con l’architetto e urban designer Simona Stortone e con lo scenografo e artista visivo e multimediale Michelangelo Mazzari. Insieme sono riusciti ad immaginare e creare uno splendido e colossale scenario surrealista.

L’impianto, come la scenografia sono indubbiamente legati alla cornice di matrice classica insita dell’ambiente accademico, ma  sottoposte intelligentemente ad un processo di rielaborazione con la sostituzione e l’aggiunta di particolari nel medesimo contesto narrativo.

E qui si definisce l’acume e il vero ingegno di LABO.ART.  Astrattamente spirituali ed enfatiche con una fisicità che si sprigiona in tutto il suo fragore, le Gigantesse esprimono una linearità dallo sfarzo ricercato e puro suggestionato dalle strutture morbide e sartoriali dei panneggi. Una congiunzione tra sacro e profano che sottolinea una prodigiosa capacità di immedesimarsi nel soggetto e nell’interpretare l’opera tra un ricercato classicismo greco e un  depurato stile pop.

La raffinatezza essenziale che si svela nelle Gigantesse come una sorta di matriarcato psicologico legato al costume è il sigillo progettuale  di ogni capo studiato da LABO.ART; una creativa espressione dell’arte visiva contemporanea, un’eccellenza del Made in Italy dove moda, design e architettura si fondono in un’unica espressione tissutale che esalta i volumi e le geometrie entrando in armonia con le forme femminili.

Le Gigantesse si rivelano munifiche interpretazioni della femminilità spiccata e colta che con malizia ed intelligenza riesce ad influenzare l’intera scena. Sono dei mezzi di comunicazione di rilevante spettacolarità moderna, decisa, disinvolta, consapevolmente al limite tra il  tangibile e l’intangibile; il completamento estetico del progetto Material Immaterial.

Leggi anche:

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!