Dizionario Arte

Marinetti, Filippo Tommaso

Marinetti, Filippo Tommaso. Scrittore e imprenditore d’arte italiano, fondatore del futurismo e principale teorico e promotore del movimento. Era figlio di un facoltoso giurista e la ricchezza della famiglia gli concesse la libertà di perseguire i suoi interessi artistici. Passò la maggior parte della giovinezza a Parigi.

Fino al 1912 scriveva le sue poesie in francese e lì nel 1909 lanciò il movimento che chiamò futurismo attraverso il famoso manifesto pubblicato sulla prima pagina de Le Figaro.

Negli anni seguenti, fino allo scoppio della prima guerra mondiale, fu estremamente energico nella divulgazione delle idee futuriste, viaggiando parecchio per l’Europa, organizzando mostre, tenendo conferenze e incontri con la stampa e ogni genere di attività.

Ovunque andasse, attirava l’attenzione a causa del suo atteggiamento esplicito e provocatorio. La prima guerra mondiale ebbe un effetto disastroso sul movimento futurista, ma Marinetti Filippo Tommaso continuò a propugnarlo e a produrre un numero incredibile di scritti, spesso in stile sperimentale; occasionalmente si cimentò anche nell’arte visuale, realizzando per esempio collage.

manifesto futurismo
Le Figaro, Manifesto Futurismo

Nonostante non sia considerato

Nonostante non sia considerato uno scrittore o un artista di rilievo in quanto tale, ebbe un’enorme influenza come ‘provocatore’ -tanto da essere descritto da Robert Hughes come “una delle figure chiave della cultura del XX secolo. Era il prototipo del promotore dell’avanguardia. Come si crea interesse in qualcosa di assolutamente marginale per il pubblico come una nuova arte? Trasformandolo in materiale fresco.

I futuristi hanno capito che i giornali volevano storie sensazionali su personaggi eccentrici, non recensioni moralisticamente accondiscendenti verso l’avanguardia. Marinetti rispose in modo brillante a questo appetito, strombazzando un movimento artistico inteso come una ben più ampia ‘rivoluzione’ che aspirava al cambiamento della vita stessa abbracciando qualsiasi campo, dall’architettura all’atletica, alla politica, al sesso”.

 

Nascita: Alessandria 21-12-1876; Morte: Bellagio-1944

 

 

Leggi anche:

La voce del dizionario dell’arte di MAM-e.it su Giacomo Balla

Manifesto Futurismo: il 20 febbraio 1909, il primo manifesto sul Figarò

Il futurismo nella moda: la sua evoluzione nell’enciclopedia della moda di MAM-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!