Milva
Musica,  Spettacolo,  Teatro

Milva, la sua carriera attraverso 5 incontri chiave

Milva, dal teatro di Strehler e Brecht ad Alda Merini: i sodalizi della Pantera di Goro

È arrivata sabato in mattinata la triste notizia della morte di Milva, all’anagrafe Maria Ilva Biolcati, storica interprete musicale e teatrale italiana. Nata nel 1939 a Goro, in provincia di Ferrara, si è spenta il 23 Aprile, ad 82 anni, nella sua residenza milanese, a seguito di una lunga malattia degenerativa. Tutti si sono stretti nel cordoglio per una delle grandi della musica italiana, con oltre 50 anni di carriera che l’hanno portata su alcuni dei palchi più prestigiosi del mondo. Dall’Ariston di Sanremo alla Scala di Milano, la sua voce inconfondibile ha riecheggiato nelle orecchie di milioni di persone, garantendole onorificenze in Italia, Germania e Francia e una fama internazionale.

Ripercorriamo la carriera di Milva attraverso cinque incontri decisivi per il suo sviluppo artistico.

 1. Il sodalizio Milva – Strehler

Impossibile non partire dal rapporto che ha legato la cantante a Giorgio Strehler, iniziato nel 1965 e durato trent’anni, durante i quali Milva diventa una delle principali attrici del panorama teatrale italiano. Notata da Paolo Grassi durante un concerto, venne invitata ad un provino al Piccolo; Strehler ne rimase folgorato a tal punto da iniziarla al teatro di Bertold Brecht, di cui diviene la maggiore interprete nostrana. La sua gratitudine verso il fondatore del Piccolo Teatro era tale da sfociare in una sorta di amore intellettuale, come dichiarato in Giorgio Strehler – Il ragazzo di Trieste, di Cristina Battocletti.

2. Iva Zanicchi e l’amicizia con Milva

Iva Zanicchi e Milva, l’Aquila e la Pantera, sono state fra le voci femminili italiane più riconoscibili, simbolo di un’epoca di grandi melodie. Unite dall’ironica rivalità con Mina, le due si conobbero ad un colloquio con la RAI, e da allora divennero amiche sia sul palco che nella vita ordinaria. Come ha ricordato Iva, “la Rossa” è sempre stata la cantante preferita di sua madre, motivo per cui anche lei non poteva che adorarla. Il suo ricordo di Milva è stato commosso: con lei se ne va “una delle poche vere artiste internazionali che l’Italia abbia partorito“.

3. Franco Battiato

Sul fronte discografico, Franco Battiato è stato certamente una delle figure di maggior peso nella carriera di Milva. I due si conoscono nel 1981, e collaborano insieme per tre album, prodotti dal cantautore siciliano: Milva e Dintorni (1982), Svegliando l’Amante che Dorme (1989) e Non Conosco Nessun Patrizio (2010). Un rapporto artistico estremamente prolifico, da cui sono scaturiti alcuni dei successi più noti della cantante, fra cui la celeberrima Alexander Platz.

4. Maurizio Corgnati e la storia d’amore con Milva

Maurizio Corgnati e Milva

Milva ha avuto, nel corso della sua carriera, diverse storie d’amore, di cui alcune finite in grande dolore. Come quelle con l’attore Mario Piave, assassinato a soli 39 anni, e con Luigi Pistilli, anche lui attore brechtiano, morto sucida nel ’96. Ben più intensa la relazione con Maurizio Corgnati, regista cinematografico e televisivo. Milva lo sposò a soli 22 anni, nel 1961, e da lui ebbe la sua unica figlia, Martina Corgnati, oggi rinomata critica e storica dell’arte. Il matrimonio durò meno di dieci anni, ma segnò profondamente la cantante di Goro.

5. Alda Merini

A suggellare una carriera estremamente poliedrica, non si può non menzionare la collaborazione con Alda Merini. Milva ha dato voce alle creazioni della poetessa e aforista in più di un’occasione, come nel 2006, in cui ne ha recitato il Poema della Croce nel Duomo di Milano. Ancora prima, nel 2004, era uscito Sono Nata il 21 a Primavera – Milva canta Merini, un album con 11 poesie inedite, arrangiate dal compositore Giovanni Nuti. Un sodalizio indimenticabile.

Leggi anche:

NOMADLAND DOVE VEDERLO? USCITA DEL FILM CHE HA VINTO L’OSCAR

IL MUSEO DELL’OSCAR DI RENZO PIANO APRIRÀ IL 30 SETTEMBRE

BAULI IN PIAZZA, OGGI APERTI CINEMA E TEATRI: E I LIVE?

 

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione: info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.