nick cerioni stylist sanremo
Moda

Nick Cerioni: «Il mio sogno nel cassetto? Diventare direttore artistico di Sanremo»

È Nick Cerioni a creare gli outfit di Jovanotti, Maneskin e Morandi. Il look più bello di sempre? Quello della Carrà

Nicolò Cerioni, il direttore creativo italiano, che prova a creare un immaginario dietro a un artista. Esattamente lui ha creato i look di cantanti e gruppi come Achille Lauro, Orietta Berti, Maneskin e Laura Pausini. Il suo sogno nel cassetto? Diventare direttore artistico del Festival di Sanremo. Con una conduttrice donna.

LA BIOGRAFIA DI NICK CERIONI: IL CREATIVO DELLE STAR

Nick Cerioni, 39 anni, è uno stylist e direttore creativo italiano nato nelle Marche, a Chiaravalle. Nicolò Cerioni è il fondatore di Sugarkane Studio. La madre, Giuliana, gestisce la boutique di abbigliamento Nicole, all’epoca un negozio all’avanguardia pensato per un cliente che ancora non esisteva, mentre il padre, Moreno, è un rappresentante di scarpe. Nick dice di aver preso da mamma il lato “fumantino” e l’estro. Da papà, invece, la riflessività e la capacità comunicativa. Ma dalla baby sitter Giuseppina, che gli faceva vedere la Carrà, ha preso l’amore per le paillettes. Per Nick, infatti, il look più bello rimane quello di Raffaella Carrà disegnato da Luca Sabatelli per Io non vivo senza te.

“Avevo un mondo interiore da esprimere. Guardavo le colline marchigiane e mi sentivo fuori posto”

NICK CERIONI SARà LO STYLIST DI GIANNI MORANDI

Nicolò Cerioni, il direttore creativo, che veste e trasforma creando dei look ad effetto, svolgendo un lavoro “a volte divertente, a volte appagante, sempre difficilissimo”. Nick afferma di toccare sempre un tasto intimo “che ha a che fare con la percezione di sé, e spesso c’è totale scollamento tra la persona e il personaggio”. Lo stylist spera di avere la stessa intuizione di sempre nei look anche per Gianni Morandi, presente a Sanremo quest’anno. Per Nick creare l’immagine del cantante non sarà uno stravolgimento, ma una celebrazione.

“Ormai ha solcato il palco dell’Ariston di Sanremo in ogni veste: in gara, da ospite e come conduttore”

LO STYLIST DIETRO AI LOOK DI ACHILLE LAURO E MANESKIN

Se gli outfit pazzeschi dei big in gara lo scorso Sanremo hanno toccato nel profondo il pubblico, questo è solo grazie a Nicolò. Nick ha creato l’immagine dei Maneskin, vincitori della 71esima edizione del Festival, con corsetti bohemienne in pelle rosa e pantaloni anni ’70. Per l’anima rock del gruppo ha scelto tutine graffianti e splendenti. Etro ha vestito i Maneskin, ricamando interamente a mano un tulle sottilissimo.

Nick Cerioni il creativo delle star

Mentre per la figura trasgressiva e provocatoria di Achille Lauro ha puntato su look stravaganti. Piume, abito da sposa e boots neri è uno tra gli outfit di Lauro de Marinis.

“Abbiamo cercato un espediente per raccontare la sua visione del ‘me ne frego’ quindi in quel caso era fregarsene dei beni materiali, delle etichette che gli altri ti mettono anche sulla sessualità, fregarsene del non essere conforme alla normalità quindi essere eccessivi”

I look di Achille Lauro, ora, sono nel museo di Gucci. Con Achille, Nick partiva dalla canzone per creare un universo visivo che si sviluppa su idee condivise.

Nick Cerioni il creativo delle star

NICK CERIONI: IL CREATIVO VESTE PIERFRANCESCO FAVINO

Nick ha avuto la capacità di far brillare anche l’attore Pierfrancesco Favino, senza utilizzare paillettes o outfit stravaganti. Chiamò Armani per vestirlo, quando vinse la Coppa Volpi nel 2020. Nel red carpet volevano che indossasse uno smoking, così lo stylist chiese a Giorgio Armani di crearne uno fuori dalle regole. Lo smoking era di un grigio originale, con una camicia che nascondeva i bottoni e non richiedeva il papillon.

Nick Cerioni il creativo delle star

Nick Cerioni e ORIETTA BERTI

Nick Cerioni ha coinvolto il fondatore di GCDS, Giuliano Calza, per creare uno stile ad hoc per Orietta Berti. Un look un po’ bizzarro ma elegante. Orietta è stata la prima a regalare una bambola alla figlia Blu, come dice Nick al Corriere:

“Io e mio marito, Leandro Emede, volevamo che i nostri gemelli, Blu e Libero, di due anni e mezzo, crescessero liberi dagli schemi, senza vestire lei di rosa e lui celeste. Poi un giorno in un negozio la bambina si è fiondata su un paio di scarpe leopardate con i lacci fucsia e lì ho capito che non ci sarei riuscito”

Nick il creativo delle star

LEGGI ANCHE:

Tutta la storia dello stylist Nicolò Cerioni nell’Enciclopedia della Moda

Achille Lauro: un nuovo album dopo il successo a Sanremo 2021

Sanremo 2022, svelati i nomi delle 5 conduttrici: ecco chi affiancherà Amadeus al Festival

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.